Maradona a Napoli, i cinque momenti più belli

0
353
napoli maradona

Genio assoluto in campo, dalla parte dei più deboli fuori: Diego Armando Maradona ha lasciato un enorme vuoto con la sua prematura scomparsa. La sua simbiosi con Napoli è stata totale, viscerale, probabilmente unica nel panorama sportivo. “El pibe de oro”, per il popolo partenopeo, ha rappresentato molto di più di un fantastico giocatore. Ma l’influenza che Maradona ha avuto su tutti gli appassionati di calcio e non è ben raccontata anche in un articoli di Minutidirecupero.it.

In questo articolo proviamo a raccogliere i momenti più significativi dal punto di vista sportivo dell’avventura, durata 7 intensi anni d’amore, di Maradona a Napoli.

La presentazione di Maradona a Napoli

13 miliardi di lire: fu questo il prezzo del cartellino pagato da Corrado Ferlaino, con l’aiuto decisivo del Banco di Napoli, per strappare il più forte giocatore del mondo al Barcellona. Dopo un’estenuante trattativa, ricca di colpi di scena, alle 18.30 del 5 luglio 1984 Maradona sbucò dal tunnel degli spogliatoi del San Paolo, circondato da un centinaio tra fotografi e cameraman. Ad accoglierlo, ottantamila persone che solo per salutarlo avevano pagato anche un prezzo simbolico di mille lire. “Buonasera napolitani, sono felice di essere tra voi”, le prime parole del Maradona partenopeo, seguiti da qualche palleggio e il primo di tanti boati dello stadio che lo adorerà come un Dio.

La punizione alla Juventus

Dopo l’ottavo posto nella prima stagione, il Napoli si rinforza e comincia a respirare i piani alti della classifica. Il 3 novembre 1985 al San Paolo arriva la Juventus, reduce da 8 vittorie su 8 partite disputate ad inizio campionato. E’ Maradona contro Platini ma Diego stravincerà il duello con una prestazione maiuscola coronata da uno dei gol più incredibili di sempre. Punizione a due in area, barriera a non più di cinque metri e posizione defilata: Maradona sfida tutte le leggi della fisica e insacca all’incrocio con una parabola immortale che lascia di stucco Tacconi e i suoi stessi compagni di squadra. Finirà, ovviamente, 1-0 per il Napoli.

10 maggio 1987

Il Mondiale vinto con l’Argentina e suggellato dal “gol del secolo” contro l’Inghilterra porta Maradona più carico che mai a Napoli per la sua terza stagione all’ombra del Vesuvio. Sarà un trascinatore instancabile e irrefrenabile, un’annata pazzesca chiusa con l’1-1 contro la Fiorentina, al San Paolo. Era il 10 maggio 1987, Diego dà il là all’azione rifinita poi da Giordano e concretizzata da Carnevale: dieci minuti dopo il pareggio di Baggio. Ma tanto basta per la certezza del primo scudetto nella storia del Napoli e per scatenare la più incredibile festa popolare che si sia mai vista in Italia.

La Coppa Uefa a Stoccarda

Maradona porta il Napoli anche in cima all’Europa, vincendo la Coppa Uefa (che all’epoca era molto più competitiva di oggi) ed eliminando in successione Paok, Lokomotiv Lipsia, Bordeaux, Juventus (dopo un’epica rimonta chiusa al 119′ da un gol di Renica), Bayern Monaco e Stoccarda. Proprio nella città tedesca che aveva il maggior numero di immigrati napoletani, Diego dà sfoggio di un’altra prestazione divina, coronata dall’assist di testa a Ferrara che vale il provvisorio 1-2 e mezza Coppa Uefa. Dopo il 2-1 dell’andata, infatti, al Napoli basterà il pareggio (3-3) per alzare un trofeo meritatissimo.

La Supercoppa con la Juve

L’1 settembre 1990, Maradona alza il suo ultimo trofeo con la maglia del Napoli. Al San Paolo, è protagonista di un’altra prestazione memorabile contro la Juventus, travolta 5-1. Sulla panchina dei bianconeri c’era Gigi Maifredi, profeta del calcio champagne, in campo Baggio e Schillaci che erano stati protagonisti delle “notti magiche”, di quel Mondiale di Italia ’90 che incrinò irrimediabilmente i rapporti tra Diego e il calcio italiano. Che gliela fece pagare qualche mese dopo, con la beffa del controllo antidoping di Bari che chiuse una delle più incredibili avventure sportive che si siano mai viste.

SHARE
Blogger e Seo, amante della tecnologia e del web marketing, scrivo news ultim'ora per gli utenti che preferiscono di essere sempre aggiornati con le notizie del giorno.