Trading online: è possibile investire in Bitcoin in adeguata sicurezza?

0
341
bitcoin

Nella società moderna, un tema, più di ogni altro, è particolarmente sentito dalla maggior parte delle persone: la sicurezza. Ma se fino alla fine degli anni ‘90 esso, fondamentalmente, toccava solo la sfera più intima delle persone, dalla sicurezza personale in senso stretto a quella domestica, oggi il bisogno di sicurezza si rende necessario in un ampio numero di settori.

Un caso lampante, in tal senso, è rappresentato dalla necessità, di ognuno di noi, di difendere la propria privacy nello sfruttamento delle tecnologie, che richiedono costanti aggiornamenti dei device, oltre alla dotazione di sistemi antivirus costantemente manutenuti ed in grado di proteggerci da eventuali operazioni di phishing o hackeraggio.

Come funziona il Bitcoin?

Queste ultime due operazioni di manomissione di dati, si rivelano particolarmente delicate ed attuali in ambito finanziario, soprattutto per chi effettua operazioni di compravendita in Bitcoin, la criptovaluta più famosa e scambiata al mondo. È molto interessante, in tal senso, approfondire il meccanismo di questa moneta virtuale.

Tutte le transazioni di compravendita vengono registrate in una blockchain, una sorta di registro pubblico sul quale si basa l’intera rete del Bitcoin. Questo strumento consente di controllare la disponibilità effettiva di una criptovaluta, protetta grazie ad un sistema di sicurezza crittografico.

I portafogli di Bitcoin contengono una chiave privata, detto anche seme, utilizzata come firma digitale e per stabilire la provenienza della transazione dal portafoglio del proprietario. Tutte le transazioni vengono effettuate tra utenti e vengono confermate dalla rete a distanza di circa 20 minuti.

Questo processo prende il nome di mining, utilizzato per confermare le operazioni che devono essere trasferite nella blockchain. Per essere confermate, le operazioni, poi, devono essere incluse in blocchi in grado di rispettare criteri crittografici molto rigidi, che forniscono elevati standard di sicurezza per gli utenti.

Criptovalute: un occhio di riguardo nella scelta del broker

Le Criptovalute, d’altro canto, devono il loro successo ad Internet, che ne ha ampliato significativamente la circolazione: milioni di risparmiatori, in ogni angolo del pianeta, hanno investito una parte dei propri soldi in questo strumento finanziario. Sono in tanti a scommettere che il futuro sarà appannaggio delle “valute virtuali” a discapito di quelle fisiche.

Una previsione, oggi, che ad alcuni pare fantascientifica, considerato il ruolo a dir poco significativo che svolgono le Banche Centrali, che tramite politiche espansive o restrittive regolano la circolazione della moneta. Tante cose di cui disponiamo oggi, però, erano inimmaginabili anche solo vent’anni fa: scattare una foto da un cellulare, in tal senso, ne è il più fulgido esempio.

Investire in criptovalute, numeri alla mano, può risultare stuzzicante per la maggior parte dei risparmiatori, purché venga effettuato in modo consapevole, in un portafoglio titoli ampio e variegato. Esse, infatti, sono soggette ad una certa volatilità, che – in talune circostanze – può tradursi in forti guadagni o perdite. Se prendiamo come riferimento il già citato Bitcoin, ossia la criptovaluta più famosa al mondo, possiamo desumere alcune importanti informazioni.

Esso, nonostante le oscillazioni non indifferenti, risulta in netto guadagno dal 2009, anno in cui ha visto la luce per poi diffondersi capillarmente fra gli utenti del trading online. Una larga fruizione, però, che deve rispettare rigorosamente i sopracitati standard di sicurezza, richiesti a gran voce da tutti gli utenti che hanno dimostrato di apprezzare notevolmente le peculiarità del Bitcoin.

Nell’ultimo anno si è parlato molto di Bitcoin Profit, un portale finanziario che ha aperto un dibattito molto interessante all’interno della comunità finanziaria. D’altro canto quando si investe in Bitcoin, la scelta del broker riveste carattere prioritario per l’utente, che deve sceglierlo in base alle proprie attitudini d’investimento.

SHARE
Blogger e Seo, amante della tecnologia e del web marketing, scrivo news ultim'ora per gli utenti che preferiscono di essere sempre aggiornati con le notizie del giorno.