Morte Carla Fracci: il ricordo di Virginia Raffaele

0
448
carla_fracci_virginia_raffaele
Facebook

La morte di Carla Fracci, malata da tempo di tumore, ha colpito davvero tutti. Virginia Raffaele ha voluto condividere con i suoi fan un ricordo su Facebook.

La notizia della morte di Carla Fracci

La notizia della morte di Carla Fracci è arrivata nella giornata di ieri, 27 maggio 2021. La ballerina che ha calcato tutti i palchi più importanti al mondo si era aggravata nella notte di ieri. La Fracci soffriva da moltissimi anni di tumore e aveva vissuto il suo male nel riserbo più totale.

Virginia Raffaele ha voluto condividere con tutti i suoi fan un ricordo dell’étoile della Scala su Facebook e sulle altre sue pagine social: “Stamattina mi hanno scritto che non stavi bene, e allora ti ho subito cercata, ti ho scritto un messaggio su WhatsApp, lo usavamo sempre ed eri diventata bravissima anche con le emoticon”.

Il sincero dolore

E’ sincero il dolore che prova l’attrice scrivendo: “Non so bene descriverti cosa provo, a parte un sincero dolore per la perdita dell’artista che sei e che sarai sempre. Ma c’è qualcosa in più, qualcosa di personale. Ho avuto la fortuna e l’onore di esserti ‘amica’ in questi ultimi anni, grazie alla tua grande autoironia, alla tua disponibilità, alla tua educazione e al tuo amore per la danza e per lo spettacolo”.

Poi continua: “Non dimenticherò mai quando abbiamo ballato insieme, ma soprattutto non dimenticherò mai la tua dedizione e serietà anche nel fare una cosa buffa, la tua attenzione ai dettagli, la ricerca della perfezione, la tua educazione e dolcezza, il tuo rigore che sapeva essere, incredibilmente, un’infinita libertà”.

Poi conclude: “In quel momento ho pensato a quanto stessi imparando da Te. Non è un caso se sei diventata la più grande ballerina italiana di tutti i tempi. Una parte di me ‘ballerà’ (indegnamente) per sempre con Te. Grazie per tutto quello che mi hai dato consapevolmente e inconsapevolmente. Grazie per aver capito la stima che avevo per Te. Grazie per avermi abbracciata più volte,
e grazie per avermi corretto un port de bras. Rimarrai l’unica Giselle possibile. Ciao Carla, ti voglio bene. Un abbraccio forte a Beppe”.

SHARE