Come funziona l’ecobonus per il risparmio energetico

0
126
energia risparmio

La legge di bilancio ha confermato le detrazioni fiscali che valgono per chi contribuisce a fare opere di ristrutturazione volte anche al risparmio energetico. Ormai da qualche tempo sono presenti queste agevolazioni fiscali per coloro che operano degli interventi di riqualificazione a livello abitativo e che provvedono all’installazione di apparecchi specifici per migliorare l’efficienza energetica. L’agevolazione al 65% in particolare è stata confermata anche per tutto il 2020. Ma come fare per ottenere queste agevolazioni? E poi precisamente nei dettagli come funziona l’ecobonus per il risparmio energetico? Cerchiamo di scoprirne di più.

Come funziona l’ecobonus

Rivolgendoti a siti come Eneaonline.it puoi saperne di più su come funziona l’ecobonus. Potrai così scoprire che si tratta di una detrazione dell’Irpef che viene imposta sul reddito. Nello specifico la detrazione al 65% per gli interventi che sono rivolti al miglioramento dell’efficienza energetica di un immobile viene suddivisa in dieci rate annuali, tutte dello stesso importo.

Sono molti i lavori che vengono presi in considerazione per ottenere la detrazione. Tra questi c’è il rifacimento della struttura dell’edificio per migliorare l’isolamento termico. E poi l’installazione di impianti solari termici, di caldaie a condensazione o di pompe di calore.

Le detrazioni possono essere ottenute per tutte le spese sostenute, anche quelle che riguardano l’amministrazione e la realizzazione del progetto.

Chi ha diritto alle agevolazioni fiscali

Molte sono le categorie di soggetti che possono usufruire delle agevolazioni di carattere fiscale. Possono fare infatti richiesta dell’ecobonus al 65% innanzitutto le persone fisiche. Quindi possono farne richiesta il proprietario, l’inquilino, i soggetti che hanno l’immobile in comodato o anche i condomini per quanto riguarda i lavori svolti sulle parti comuni del condominio.

Possono richiedere l’ecobonus le associazioni dei professionisti, gli enti pubblici e privati, purché non svolgano attività commerciale, oppure per esempio gli istituti autonomi per le case popolari.

Le soglie di importo massimo che si possono detrarre

L’Agenzia delle Entrate ha stabilito anche, nell’ambito della sua guida per le detrazioni per quei lavori che migliorano l’efficienza energetica di un immobile, delle cifre che costituiscono la soglia massima, oltre la quale non si potrebbe andare. La soglia può variare a seconda del tipo di intervento a cui si fa riferimento.

Facciamo qualche esempio a questo proposito. Ad esempio per gli interventi che prevedono lavori sull’involucro dell’edificio, quindi la coibentazione di pareti, tetti e pavimenti, l’importo massimo è di 60.000 euro.

Per la sostituzione degli impianti di riscaldamento si arriva ad una somma massima di 30.000 euro. Per quanto riguarda l’installazione di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda, la soglia massima corrisponde a 60.000 euro. Per l’installazione di pompe di calore la soglia è di 30.000 euro.

Per l’installazione di finestre e infissi abbiamo una soglia massima di 60.000 euro e sempre la stessa cifra vale per quanto riguarda l’installazione di schermature solari.

La detrazione fiscale per i condomini

Novità dalla legge di bilancio anche per quanto riguarda l’ecobonus per i condomini. Infatti i lavori volti al miglioramento delle parti comuni condominiali possono essere soggetti ad una detrazione al 65% e questo beneficio è stato prorogato fino al 31 dicembre 2021.

Per quanto riguarda i condomini ci sono varie soglie di detrazione. Si parte dal 65% per arrivare anche al 75%. Questa percentuale di detrazione si può raggiungere intervenendo sulle parti comuni degli edifici per migliorare la prestazione energetica sia invernale che quella relativa alla stagione estiva.

La spesa complessiva in questo caso da considerare è inferiore a 40.000 euro, cifra che va moltiplicata per il numero delle unità immobiliari che costituiscono il condominio. Ci sono, come abbiamo visto, molte opportunità per provvedere alla riqualificazione energetica degli edifici, potendo risparmiare sulle spese ancora per qualche tempo.

Commenta l

SHARE
Blogger e Seo, amante della tecnologia e del web marketing, scrivo news ultim'ora per gli utenti che preferiscono di essere sempre aggiornati con le notizie del giorno.