Berlusconi Boschi insieme nello stesso hotel super lusso. Per lei è la prima volta

Cure dimagranti, trattamenti di bellezza e super privacy all’ albergo di Merano di Henri Chenot

0
634
Berlusconi Boschi albergo Hotel

Il mondo delle star, siano essere appartenenti al jet set politico o del cinema, frequenta sempre gli stessi locali. E’ successo così per una pletora di illustri personalità del panorama pubblico facendo “fiorire” binomi a volte curiosi, a volte improbabili, a volte bollenti. Il binomio Berlusconi Boschi gira da qualche ora sulle bocche dei più attenti al gossip politico.

Già, perchè pare che Maria Elena Boschi e Silvio Berlusconi, in questo momento, stiano alloggiando presso lo stesso hotel, e non per motivi istituzionali. Semplicemente, due protagonisti della scena politica italiana, si sarebbero trovati presso l’ Hotel Palace di Merano per una settimana di relax, bellezza, cure dimagranti e remise en forme.

Un hotel noto ai personaggi politici così come a grandi star dello spettacolo, un albergo di super lusso gestito da Henri Chenot, 75 anni, francese di origini catalane considerato il “mago” delle diete VIP. Il sapiente demiurgo in grado di rimettere in sesto le silhouette degli appesantiti politici così come le saltellanti starlette. Una vera e propria fata turchina in versione maschile in grado di ridare vita (una bella vita) ad un corpo da rimodellare.

Maria Elena e Silvio

Tra i due, la querelle più o meno bonaria, va avanti da tempo, sin dall’ ingresso della Boschi in politica. Che abbiano fatto pace? Pare, infatti, che Silvio e Maria Elena abbiano scelto lo stesso hotel a cui affidare la cura della loro bellezza, garantendosi una ferrea privacy per il loro periodo di riposo e cure. Per Berlusconi sarebbe uno dei frequenti soggiorni presso la struttura, mentre per la Boschi sarebbe la sua prima volta.

VIP habituè

L’albergo, forte di una storia pluricentenaria, è meta obbligata di star, politici e personalità di spicco. Cura del corpo, relax, dieta iper-personalizzata, un ambiente riservata e comfortevole. Ma soprattutto: privacy. Di paparazzi neanche l’ ombra. Di fughe di notizie, neanche a parlarne.

Tranne questa volta, evidentemente!

 

Commenta l