Scuola: si rientrerà solo dopo aver fatto il tampone, la circolare

In caso di sintomi sospetti il pediatra o il medico di famiglia devono richiedere tempestivamente il test diagnostico

0
167

Nuove indicazioni per il rientro a scuola dopo i giorni di assenza. Una nuova comunicazione del ministero della Salute è stata rilasciata e diffusa per provvedere al chiarimento in caso di positività al Covid-19.

Le indicazioni della circolare

Per tornare in classe sarà necessario anche il tampone, come si legge nella nota dello staff del ministro Speranza. Gli scenari che possono rivelare una condizione del genere sono quattro, come specificato nella circolare ministeriale, edita lo scorso 24 settembre 2020.

Come riportato anche da Ilmessaggero.it, si dovranno fare i due tamponi se si dovessero presentare i sintomi del Coronavirus. Se un alunno ha più di 37,5 di febbre a casa o a scuola o se un operatore scolastico accusa sintomi a casa o a scuola.

Se dovessero verificarsi queste situazioni, verrà effettuato il tampone e ognuno di questo sarà accompagnato da documento porterà la dicitura che “gli operatori scolastici e gli alunni hanno una priorità”.

Per il rientro a scuola

Per il rientro a scuola sarà obbligatorio mostrare il certificato di avvenuta guarigione insieme al nulla osta al ritorno in comunità. L’esito negativo del tampone dovrà essere, a distanza di 24 ore l’uno dall’altro, doppio negativo.

Inoltre, la Asl di appartenenza deciderà, a seconda dei casi, se chiudere classi o gli interi istituti scolastici. Invece, in caso di test negativo sarà il pediatra o il medico curante a valutare il percorso clinico da seguire.

SHARE