Noctua, il satellite che osserva i cambiamenti climatici e monitora gli eventi naturali

0
708
Noctua

Il progetto si chiama Noctua ed è tutto italiano. Il satellite è in grado di monitorare i cambiamenti climatici e intervenire. Può arrivare a vedere un dettaglio fino a 35 centimetri. Il monitoraggi è partito dalla Lombardia.

I partner del progetto

I partner del progetto sono D-Orbit S.p.A., Beta 80 S.p.A., TRE ALTAMIRA S.r.l, Fondazione Centro Europeo di Formazione e Ricerca in Ingegneria Sismica EUCENTRE, RadarSensing S.r.l. e la Scuola Universitaria Superiore IUSS Pavia.

Il progetto è tra i vincitori della Call Hub Ricerca e Innovazione di Regione Lombardia, finanziato con fondi POR FESR 2014-2020, offre dati accessibili a costi contenuti. Stefano Antonetti, Responsabile Institutional Business di D-Orbit, l’azienda comasca capofila, ha illustrato tutti i vantaggi che può portare Noctua.

Il monitoraggio delle risorse naturali

Il monitoraggio delle risorse naturali è essenziale e fondamentale e la Lombardia è un territorio che presenta molti diversi tipi di conformazioni come ghiacciai, fiumi, monti, laghi. In più dallo Spazio, Noctua fornisce un innovativo servizio di monitoraggio per quanto riguarda ponti, dighe, infrastrutture stradali, edifici.

Il sensore radar, che è grande quanto una lavatrice, riesce a percepire un dettaglio fino di 35 centimetri e predefiniti riesce a ricavare informazioni indipendentemente dall’illuminazione o dalle condizioni meteorologiche.

Inoltre, Noctua è in grado di monitorare anche gli spostamenti minimi, cosi come le deformazioni delle strutture stesse. Il servizio al quale punta è pensato per essere innovativo, scalabile, esportabile e disponibile a una vasta utenza. I costi che ha lo strumento strumento sono molto bassi rispetto al beneficio di evitare la perdita di vite umane.

SHARE