Come scegliere la cuccia da esterno per il tuo cane

0
195
cuccia

Accogliere un cane in famiglia è una scelta che cambia la vita. Quando la si chiama in causa, è necessario ricordare che sono diversi gli aspetti da prendere in considerazione. Se si ha a disposizione uno spazio outdoor, come per esempio il giardino, è naturale soffermarsi sulla scelta della cuccia da esterno. Trovare quella più adatta alle proprie esigenze può non essere facile. L’offerta sul mercato, infatti, è estremamente ampia. Dalle proposte di siti come Il Verde Mondo fino a quelle di altri e-commerce di settore – per non parlare dei negozi fisici – le alternative tra cui scegliere sono numerose.

Per orientarsi nella scelta, è il caso di essere consapevoli di alcune dritte pratiche che stiamo per elencare. Cosa aspetti a scoprirle?

Il materiale

Il primo punto da tenere in considerazione nel momento in cui si sceglie la cuccia da esterno per il cane riguarda i materiali. Le alternative a cui fare riferimento sono sostanzialmente tre, ossia il legno, la plastica e il metallo. Gli esperti consigliano di orientarsi verso la terza scelta. Come mai? Per un motivo molto semplice: il legno, come abbiamo avuto modo di apprezzare da tempo anche nell’edilizia dedicata all’uso umano, si contraddistingue per una forte efficacia isolante sia nei mesi caldi, sia nei mesi più freddi dell’anno.

Se stai leggendo queste righe, molto probabilmente hai valutato anche le cucce in PVC. Dal punto di vista economico, sono oggettivamente più vantaggiose rispetto a quelle in legno. Attenzione, però: non è tutto oro quello che luccica. Esistono infatti diversi contro. Uno dei principali riguarda il fatto che, nei mesi caldi, l’isolamento con il PVC è pressoché nullo e il motivo è presto spiegato dato che si ha a che fare con un materiale plastico.

Cosa dire, invece, delle cucce in metallo? Che dal punto di vista dell’isolamento garantiscono performance decisamente superiori rispetto alla plastica. Il contro è legato al fatto che, quando le si chiama in causa, si inquadrano delle strutture che, nella maggior parte dei casi, sono permanenti. Con il legno si ha quindi anche il vantaggio della facilità nello spostamento, atto che può rivelarsi spesso una necessità (capita di frequente infatti di avere voglia o bisogno di riorganizzare i dettagli del giardino).

L’importanza del tetto spiovente

Quando si pensa alle cucce per cani adatte agli spazi outdoor, la prima immagine che viene in mente è quella del tetto spiovente e non è un caso. L’appena citato dettaglio strutturale è infatti fondamentale per evitare di avere a che fare con fastidiosi – e dannosi – ristagni d’acqua.

Le dimensioni

Il nodo delle dimensioni è ovviamente fondamentale nel momento in cui si parla di consigli per scegliere la cuccia da esterno per il cane. Il parametro perfetto al proposito prevede il fatto che il proprio migliore amico sia in grado, una volta entrato nella cuccia, di sdraiarsi e girarsi agevolmente. Chiaro è che, se si deve acquistare una cuccia per un cucciolo, bisogna mettersi nell’ottica del fatto che crescerà.

Le caratteristiche del terreno… e non solo

Come puoi vedere, sono diversi gli aspetti a cui fare attenzione in sede di scelta della cuccia outdoor. Oltre a quelle appena citate, va chiamato in causa il focus sulle caratteristiche del terreno. Nei casi in cui si ha un giardino con un terreno tendente all’umido, è bene informarsi in merito alla presenza, a livello della pavimentazione della cuccia, di una struttura sufficientemente coibentata.

Nei casi in cui si opta per le cucce in PVC, è bene informarsi in merito alla possibilità di spostare il tetto. Si tratta di un aspetto oggettivamente molto comodo in fase di pulizia.

Concludiamo ricordando che, se possibile, è sempre bene provare la cuccia. Se non dovesse andare bene, come sicuramente sai esistono i resi degli acquisti online.

SHARE
Blogger e Seo, amante della tecnologia e del web marketing, scrivo news ultim'ora per gli utenti che preferiscono di essere sempre aggiornati con le notizie del giorno.