Modigliani: conduttore tv vende quadri falsi del noto pittore per un milione di euro

Grazie alla denuncia di un collezionista romano, è stato smascherato dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale, un venditore fraudolento di opere d’arte

0
277

Il tuo unico dovere è salvare i tuoi sogni… Quando conoscerò la tua anima, dipingerò i tuoi occhi…“… Quanta poesia da queste poche e toccanti frasi, dette da un talentuoso artista toscano, vissuto tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900, che si chiamava Amedeo Modigliani. Peccato che invece qualcun altro, un finto conduttore televisivo che asseriva di vendere autentiche opere d’arte, non abbia avuto la stessa grazia ed onestà, con gli ignari acquirenti dei falsi quadri che presentava.

Carabinieri di Roma scoprono truffa milionaria

L’indagine sulle false opere d’arte, attribuite erroneamente sia al grande pittore Modigliani che al suo autorevole collega Schifano, condotta dal nucleo operativo dei Carabinieri di Roma, e coordinata dalla Procura della Repubblica, ha permesso di scovare un finto conduttore tv ed estimatore d’arte. Costui si dilettava a vendere quadri fasulli, le cosiddette “croste”, per guadagnare ingenti somme di denaro a danno di compratori poco accorti.

Le forze dell’ordine sono così arrivate a sequestrare otto opere, delle quali cinque indebitamente possedute e tre di indubbia provenienza, oltre a un disegno considerato originale, del conosciuto ritrattista degli affusolati colli femminili, immesso sul mercato per la cifra esorbitante di un milione di euro.

Serie di denunce sulla truffa di Modigliani

Grazie alle diverse denunce pervenute ai militari della Sezione Falsificazione e Arte Contemporanea di Roma, tra le quali quella decisiva di un collezionista, che aveva affidato in conto vendita, al malfattore che affermava di essere un conduttore televisivo esperto d’arte, opere e beni che poi venivano tenuti sotto chiave oltre i termini stabiliti, è stato possibile fermare il truffatore incallito.

Perquisita casa del colpevole e risoluzione fatti

Come conseguenza alla perquisizione dell’abitazione dell’indagato, con il recupero delle opere ingiustamente rubate ai legittimi proprietari, e a quelle risultate false, che non saranno mai proposte nel variegato mondo dell’arte vera, l’interessante e prezioso caso è da considerarsi risolto.

 

 

Commenta l

SHARE
Esperta di Cultura e Spettacolo. Torinese. Studi universitari Dams. Accreditato Stampa per il Torino Film Festival. Redattrice articolista e Recensore (critico cinematografico, musicale ecc.). Scrittrice in erba di racconti e romanzi horror - Finalista al Premio Internazionale di Letteratura Città di Como. Consulente musicale e Web Dj di musica rock e metal. Fotografa amatoriale di genere naturalistico e artistico/architettonico e Music Composer (Pc).