Vodafone dice addio al 3G in tutta Italia

0
250

Vodafone si affida a 4 e 5G

Con l’arrivo prima del 4 e poi del 5G la rete 3G è ormai diventata obsoleta. Per questo motivo Vodafone ha deciso di dismetterla in tutti i comuni italiani e la procedura è in corso proprio in questi giorni. Si prevede di terminare entro la fine del mese di febbraio e quella che si sta aprendo dovrebbe essere l’ultima settimana di lavori.

Come avviene la dismissione

Per la dismissione della rete 3G di Vodafone Italia si è deciso di procedere comune per comune. Ad oggi, in meno di un mese, la procedura è stata portata a termine su ben 5000 comuni. I restanti saranno gestiti nei prossimi giorni. Tutte le frequenze libere saranno passate direttamente al 4G.

Cosa accadrà ai nostri telefoni

La domanda che tutti i clienti vodafone si pongono è se potranno ancora continuare a utilizzare i loro vecchi cellulari che non sono configurati per il 4 e il 5G. Ebbene, Vodafone Italia rassicura in questo senso tutti gli utenti. Le funzioni di telefonia e di invio di messaggi sms sono infatti assicurate. Questo perché tali funzionalità si agganciano al 2G e tale rete continuerà ad esistere.

Come si connetteranno i vecchi smartphone?

Se per i servizi classici di telefonia non vi saranno problemi, brutte notizie arrivano invece da casa vodafone per tutti quegli utenti in possesso di vecchi smartphone che per la connessione a internet utilizzavano la rete 3G. Cosa bisogna fare allora in questo caso? Purtroppo non resta che cambiare telefono. Consapevoli del problema, da casa Vodafone stanno già proponendo degli sconti per consentire di acquistare nuovi modelli a prezzi convenienti. L’obiettivo finale è quello di far connettere tutti al 4 e 5G.

La Giganetwork 5G di Vodafone

La Giganetwork è la rete 5G di Vodafone che in alcune città come Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna è già attiva, mentre si prevede di estenderla gradualmente a tutto il territorio nazionale. Si tratta di un sistema che consente di connettere qualunque dispositivo mobile a velocità molto elevata, senza problemi di sovraccarico. La dismissione del 3G è finalizzata proprio a incentivare il passaggio a questa nuova rete, molto più potente e performante, che richiede però l’utilizzo di una sim adatta, che sia almeno 128k, e il possesso di un dispositivo abilitato con un relativo piano per la connessione a internet.

SHARE