Gravissime condizioni per l’ex pilota Fausto Gresini

0
43

Ieri sera era circolata la notizia del decesso dell’ex pilota ed attuale team manager Fausto Gresini, ma dopo pochi minuti è arrivata la smentita da parte della famiglia. Le condizioni di Gresini, in ospedale dallo scorso 27 dicembre restano gravissime, ma per fortuna la notizia della morte si è rivelata falsa.

La falsa notizia della sua morte

Gresini, che aveva compiuto il 23 gennaio scorso 60 anni, si trova ricoverato a Bologna, presso l’ospedale Maggiore, ed è ancora collegato alle macchine per la respirazione lottando per la sopravvivenza. Nel corso del periodo di ospedalizzazione dopo aver contratto il Covid 19, il suo team aveva comunicato la situazione, con alternanza di miglioramenti e peggioramenti, dovuti proprio alle complicanze del covid e della polmonite interstiziale che aveva contratto. L’ultimo peggioramento, dopo un miglioramento che faceva ben sperare per la sua salute, è arrivato tra venerdì e sabato scorso con l’ex pilota che è stato di nuovo sedato da parte dei medici che lo hanno anche di nuovo sottoposto a terapie nel tentativo di salvarlo.

La carriera di Fausto Gresini pilota

Dopo aver esordito nel campionato mondiale di motociclismo nel 1982, Fausto Gresini ha corso sempre nella classe 125, laureandosi per 2 volte Campione del Mondo. Il primo successo è arrivato nel 1985, in sella alla Garelli con la quale si piazzò al primo posto in tre Gran Premi, ottenendo 109 punti e conquistando anche 5 pole position. Dopo essere arrivato al secondo posto nella stagione successiva, cedendo il titolo ad un altro pilota italiano, Luca Cadalora, Gresini ebbe una stagione fantastica nel 1987, ottenendo 10 successi su 11 gare disputate e il bis nel mondiale con 150 punti all’attivo. Persa per infortunio la stagione 1988, Gresini disputò una stagione poco fortunata con l’Aprilia, poi passò in sella alla Honda, gareggiando fino al 1995 e conquistando due secondi posti nella classifica del mondiale nelle annate 1991 e 1992 e chiudendo la sua carriera da pilota nel 1994.

La carriera da team manager

Nel 1997 Fausto Gresini ha fondato la scuderia con il suo nome e ha portato al successo sia il pilota giapponese Daijiro Katoh nella classe 250 che lo spagnolo Toni Elias nella classe Moto 2. La partecipazione della sua scuderia al Motomondiale dura da molti anni, sia con la Honda, fino al 2014, che con l’Aprilia, a partire dal 2015. La presentazione della moto e del team per il 2021 è di pochi giorni fa, in streaming, ma la sensazione più grande è stata quella della sua assenza a causa della malattia.

SHARE