Bonus ristorazione: i requisiti per ottenere fino a 10mila euro

Il contributo verrà dato solo per gli acquisti effettuati dopo il 14 agosto 2020

0
90
bonus_ristorazione

Il Bonus ristorazione è un contributo a fondo perduto e verrà dato solo per gli acquisti di filiere agricole e alimenti del nostro Bel Paese effettuati dopo il 14 agosto 2020.

La data di scadenza del Bonus ristorazione

La data di scadenza del Bonus ristorazione è il 28 novembre 2020. Nella Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato proprio il bando per ottenere il Fondo per la filiera della ristorazione, che è annunciato dal Decreto Agosto con la Legge numero 126/2020.

Le domande per ottenere il bonus dovranno essere inviate o online oppure presentate presso il proprio Ufficio Postale. Il contributo a fondo perduto può andare da un minimo di mille euro fino a un massimo di 10mila euro.

Chi riguarda il Bonus Ristorazione

Il Bonus Ristorazione riguarda tutti quei ristoranti, alberghi, agriturismi, mense e catering che avranno acquistato prodotti delle filiere agricole e per quanto riguarda gli alimentari dovranno essere 100% Made in Italy.

Sono inclusi anche i Dop e Igp e quei vitivinicoli, che sanno valorizzare a pieno la materia prima dei nostri territori. Per fare la domanda sono interessati i codici ATECO: 56.10.11-Ristorazione con somministrazione, 56-10-12-Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole, 56.21.00-Fornitura di pasti preparati.

Poi c’è il codice 56.29.10-Mense, il 56.29.20-Catering continuativo su base contrattuale e infine il 55.10.00 Somministrazione di cibo.

Le domande per il bonus

Le domande per il bonus, come detto, si possono fare entro sabato, 28 novembre fino alle 23.59. Si possono trasmettere su portaleristorazione.it o all’Ufficio Postale all’indirizzo Centro Servizi Pavia – Servizio Ristoratori – Viale Brambilla 1 – 27100 Pavia.

SHARE