Bonus caldaie 2020: come richiederlo

L’agevolazione è una detrazione fiscale che può arrivare anche al 65%

0
172

In questo 2020 arriva anche il bonus caldaia che non è altro che una detrazione che può arrivare anche fino al 65% per chi sostituisce e va a installare una nuova caldaia presso la propria abitazione. Vediamo, ora, insieme come richiederlo e quali sono i requisiti necessari all’agenzia dell’entrate.

Che cos’è il bonus

Che cos’è il bonus? Come detto in precedenza non si tratta di un contributo in denaro, ma di una detrazione fiscale che può arrivare anche al 65%. Quindi chi compra e installa una nuova caldaia a condensazione di classe A o superiore può riceverla.

Nella manovra finanziaria 2020 è stato inserito questo bonus caldaie per rendere più efficienti le abitazioni. E’ una detrazione fiscale che può arrivare fino al 65%, ma che si applica solo a chi garantisce anche il montaggio delle valvole di termoregolazione. In caso mancassero, si ha diritto all’agevolazione, ma con una percentuale più bassa. Infatti, sarà del 50%.

La classe energetica

La classe energetica è un altro punto fondamentale per ricevere l’incentivo. Se si sceglie una caldaia nuova di classe B o inferiori non ci sarà alcuna detrazione.

Al contrario, se si opta per una classe A o anche superiore si potrà richiedere l’agevolazione. Questo si fa al fine di incentivare una maggiore efficienza energetica.

I requisiti

I requisiti per richiedere il bonus caldaie 2020 sono pochi e semplici. La proroga è stata allungata fino al 31 dicembre 2020 e rientra tra gli ecobonus. La spesa massima è pari a 30mila euro per ogni abitazione singola.

L’alleggerimento fiscale verrà diviso in ben dieci rate annuali, tutte dello stesso importo. Queste dovranno essere detratte a partire dalla dichiarazione dei redditi dell’anno successivo a quello in cui si sono fatti i lavori.

Il beneficiario del’agevolazione fiscale deve essere il proprietario dell’immobile o anche un soggetto che può vantare un qualche diritto sull’immobile, come ad esempio un affittuario oppure un usufruttuario.

Per richiedere il bonus caldaie

Per richiedere il bonus caldaie bisogna effettuare alcuni passaggi, come ad esempio il pagamento della nuova caldaia e il relativo montaggio fatto tramite bonifico parlante, postepay o altri mezzi di pagamento tracciabili.

Inoltre, entro i novanta giorni dall’acquisto e dal montaggio si dovrà comunicare all’ENEA, l’agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, tutte le informazioni sull’impianto di riscaldamento.

SHARE