Covid: l’Italia va verso l’abolizione del coprifuoco e i ristoranti riaprono al chiuso. Tutte le info

0
785
covid_coprifuoco_ristorante

L’Italia si avvia verso la normalità con il coprifuoco che si allunga di un’ora e poi scomparirà e i ristoranti che possono servire anche ai tavoli all’interno.

Il premier Draghi e la cabina di regia

Il premier Draghi e la cabina di regia che monitorano l’andamento del Covid hanno preso delle decisioni un po’ più morbide rispetto all’ultimo decreto. L’attenzione, comunque, ci deve sempre essere così come l’utilizzo delle mascherine e il mantenimento del distanziamento sociale.

Le nuove regole porteranno la riapertura di molti esercizi commerciali e sportivi, ma con gradualità. Dal 1° giugno 2021 si può tornare allo stadio con capienza massima di 1.000 spettatori. Giusto giusto per la prima partita di Euro 2020 che si terrà a Roma il 12 giugno 2021.

Il coprifuoco cambia orario

Il coprifuoco cambia orario e da domani, mercoledì 19 maggio 2021, si potrà rientrare alle ore 23 invece delle ore 22 mentre dal 7 giugno scatterà a mezzanotte e il 21 giugno sarà abolito. Il primo giugno si può tornare anche a consumare caffè al banco nei bar e a mangiare, sempre con un limite di 4 persone, anche ai ristoranti al chiuso: la distanza tra i tavoli dovrà essere di almeno 1 metro e i menu in stampa plastificata, quindi disinfettabile dopo l’uso, o digitali. Inoltre, si deve consentire l’ingresso ad un numero limitato di clienti.

Le discoteche e sale da ballo restano ancore sospese mentre le strutture sportive al chiuso riapriranno con una capienza massima di 500 posti. Le visite a parenti e amici rimangono invariate e dal 22 maggio riapriranno anche gli impianti da sci.

SHARE