Locazioni nelle metropoli italiane: un’indagine Tecnocasa evidenzia un trend positivo

0
273

Tecnocasa, importante realtà italiana operante nel settore immobiliare, ha pubblicato i dati di una ricerca condotta dal suo Ufficio Studi.

L’analisi in questione ha riguardato il mercato delle locazioni in 3 importanti metropoli italiane appartenenti rispettivamente al Nord, al Centro e al Sud, ovvero MilanoRoma e Napoli.

Trend positivi, i bilocali gli immobili più gettonati

Il quadro generale è decisamente positivo, e i dati messi in evidenza confermano in modo inequivocabile ciò che è emerso anche da altre ricerche, ovvero che le grandi città continuano ad essere dei poli attrattivi molto importanti e godono di conseguenza di un ottima salute per quel che riguarda il mercato immobiliare.

Ufficio Studi Tecnocasa ha articolato la sua ricerca per tipologia di immobile, distinguendo monolocali, bilocali, e trilocali; i bilocali sono l’immobile più gettonato, avendo fatto registrare un incremento del +1,4%, seguono i trilocali con il +1,2% e i monolocali con il +1,1%.

I canoni d’affitto sono aumentati soprattutto nel capoluogo lombardo, dove i trend sono stati positivi, nonché cospicui, per tutte le tipologie di immobile, nello specifico +2,7% per i monolocali, +2,5% per i bilocali e +2,6% per i trilocali.

Napoli i canoni si sono rivelati stabili per quel che riguarda i monolocali, il trend è nettamente positivo, invece, per quel che riguarda bilocali e trilocali, rispettivamente con +1,9% e +0,7%.

Nella Capitale il trend relativo ai monolocali è l’unico negativo, ammontando a -0,3%, mentre per le due altre tipologie di immobile la crescita è risultata pari a +0,2%.

Tempi di affitto e motivi di locazione: importanti differenze

Un altro dato molto indicativo del “benessere” del mercato delle locazioni è inoltre quello relativo alle tempistiche con cui il proprietario di un immobile può individuare un affittuario: Milano è la metropoli in cui si riesce ad affittare più celermente, con un tempo di locazione medio pari a 44 giorni, segue Napoli con 45 giorni mentre Roma, con una media di 50 giorni, è piuttosto distaccata.

Le differenze tra queste 3 grandi città italiane sono piuttosto cospicue per quel che riguarda le ragioni che spingono ad acquisire in affitto un bene immobiliare.

Milano il principale motivo alla base della locazione corrisponde al bisogno di trasferirsi per necessità lavorative: nella città lombarda infatti di loca per questa ragione ben nel 62,3% dei casi.

Il discorso è completamente differente per quel che riguarda Napoli, dove ben nell’82,2% dei casi gli affittuari acquisiscono il bene immobiliare per pura scelta abitativa; anche a Roma il motivo di locazione più diffuso è proprio questo, ma con una percentuale molto più bassa rispetto alla città partenopea, ovvero nel 48,4% dei casi.

Tipo di contratto: a Milano e Napoli prevale il canone libero

Tecnocasa chiarisce anche quali sono le caratteristiche dei contratti posti in essere tra proprietari ed affittuari, distinguendo tra canone libero e canone concordato.

Il canone concordato, è utile ricordarlo, è una tipologia di contratto che non può superare determinate soglie fissate sulla base di specifici accordi territoriali, e che offre interessanti vantaggi fiscali ad entrambe le parti.

Il canone libero è invece un tipo di canone in cui proprietario e affittuario si accordano in modo completamente libero circa l’ammontare del canone e altre caratteristiche del contratto, fermo restando che, come specificato nel portale legale Avvocato Accanto, nel canone libero devono comunque essere rispettate le disposizioni vigenti per quel che riguarda, ad esempio, la durata del contratto, il rinnovo tacito e l’eventuale effettuazione di una disdetta.

Secondo questo studio di Tecnocasa il canone libero prevale nettamente a Milano con una percentuale del 91.3%, lo stesso avviene a Napoli, dove questo tipo di contratto corrisponde al 73,7% delle locazioni, a Roma invece è più gettonato il canone concordato con una percentuale del 58,9%.

Commenta l

SHARE