Derby calabrese in parità: Cosenza-Reggina finisce 2-2

0
90

Un Cosenza Calcio molto caparbio è riuscito a pareggiare una partita che sembrava ormai persa contro la Reggina 1914. Un posticio di serie B che ha regalato tante emozioni, ancor di più se si pensa che si trattava di un derby calabrese molto atteso da entrambe le piazze.

Un punto più che guadagnato dunque per il Cosenza di mister Occhiuzzi che prende questo pareggio con molto entusiasmo. Rimpianti per la Reggina con mister Baroni finito sotto accusa per non aver sostituito Menez, stanchissimo negli ultimi dieci minuti di gara, e autore del fallo che ha causato il rigore sul finale. Entrambe restano comunque in piena corsa per la salvezza, con una buona strisca di risultati utili consecutivi.

Dopo appena 8 minuti la gara si sblocca immediatamente con Folorunsho che subisce fallo in area di rigore da parte di Corsi. Calcio di rigore battuto alla perfezione dal francese Jeremy Menez, arma in più in questa fase del club amaranto. Gol che riesce a vendicare il rigore sbagliato da German Denis nel girone d’andata.

Dopo appena un quarto d’ora è Folorunsho, centrocampista di grande sostanza per la Reggina 1914, a trovare il gol del raddoppio. Protagonista dell’azione Rivas che va via sulla fascia destra e crossa in mezzo, dove è proprio l’ex mediano del Bari a trovare il gol a porta quasi vuota.

Il Cosenza, dopo aver preso il gol del raddoppio, reagisce con veemenza: una reazione arriva con i ragazzi di Occhiuzzi che si dimostrano una delle squadre più ostiche da affrontare in serie B.

Arriva così il gol che accorcia le distanze e riapre il derby calabrese quando mancano cinque minuti alla fine del primo tempo. Bella azione di Gerbo che va via sulla fascia destra e crossa in area dove c’è Marcello Trotta lesto ad approfittare dell’indecisione dei difensori reggini.

La partita nel secondo tempo è ormai del tutto accesa con tante occasioni da una parte e dall’altra. Quella più clamorosa capita sui piedi di Trotta che da buona posizione si fa ipnotizzare dal portiere amaranto, Nicolas.

Ma a causa della stanchezza, è Menez a commettere una grave leggerezza a sei minuti dal novantesimo: Mbakogu è furbo ad entrare nell’area di rigore e a cadere dopo un contrasto con il francese. Calcio di rigore con Carretta che realizza non senza qualche brivido, dato che il portiere Nicolas sfiora il pallone.

SHARE