Sprofondo nerazzurro, con il derby alle porte

0
351
Inter
Inter, Zanetti sul derby d'Italia.

Inter, una squadra davvero inguardabile

Eh di, stavolta è quello che hanno pensato, non solo che non siano i colori dell’Inter, ma gli stessi tifosi del club a guida cinese. Una squadra senza anima, senza geometrie, e connla sola attenuante Di avere parecchie assenze. Ovviamente ciò non giustifica la pessima.prestaziine offerta l’altra sera a San Siro. L’avversario non era di certo trascendentale, e la banda di Spalleti avrebbe avuto, tutte le carte in regola, per superare il turno nell’arco dei 180 minuti. I tifosi invece hanno assistito all’ennesima disfatta. Un refrain che ormai si vede da anni. Non è più sufficiente gettare la croce sugli arbitri, sulla Juve (che ruba le partite). Ormai non ci crede più nessuno, nemmeno chi pronuncia certe frasi. In fondo, sa e comprende che l’Inter, dopo calciopoli, il ritorno di Juventus, Milan, Napoli, ha delineato delle gerarchie evidenti. Finire ogni anno, a 20-30 punti di distacco dalla prima (Juventus), o essere eliminati dalle coppe in malo modo, è sintomo di gravi errori.

Programmazione errata

Il primo tassello che pare latitare è la programmazione. Acquisti in serie, ma non proiettati al bene della squadra, o meglio ad un progetto finalizzato, ad un qualcosa di veramente importante. Adesso Zhang ha iniziato, probabilmente grazie ad un briciolo di esperienza in più, a capire come funziona il giocattolo. Ha quindi soffiato ai bianconeri si Torino ( che in quanto a programmazione, in Italia è non solo, stanno facendo registrare numeri importanti), il direttore ed ex AD Giuseppe Marotta. Un uomo di calcio, Che potrà finalmente portare a Milano, ordine, disciplina ed esperienza vincente. Da qui si dovrebbe ripartire. Bisognerà cercare di gestire al meglio, ancora per qualche mese, il caso del bomber Mauro Icardi. Una vera e propria bomba mediatica. Un caso montato dal suo agente, che probabilmente, in un altro club non sarebbe scoppiato in questi termini. Insomma Marotta dovrà lavorare parecchio, per cercare di dare un bel giro di vite, a tutto il mondo Inter.

Adesso arriva il derby

Non sarà impresa semplice quella di Marotta. Dopo la disfatta europea, per l’Inter (in un grave sprofondo nerazzurro), arriva il derby. Una partita particolare dal sapore antico. Certo un tempo questa partita aveva un altro significato. Adesso comunque potrebbe significare, terza o quarta posizione, con possibile finestra sulla seconda piazza, occupata da un Napoli altalenante. La prima è fuori portataer tutti, fa un campionato in solitaria. L’Inter non può permettersi di perdere ancora una volta, e questa partita potrebbe essere una sorta si piccola rinvicita stagionale. I tifosi lo chiedono a gran voce, e teoricamente,  dopo una stagione così deludente, meriterebbero una soddisfazione almeno nella stracittadina. Il Milan dal canto suo, è  in un momento fantastico, contrassegnato da vittorie e punti in serie, che lo hanno portato a soli sei Pune dalla seconda posizione. Gattuso vuole vincere, per imprimere il suo marchio al terzo posto, ed allo stesso tempo per allotanare i cugini. Imsomma i temi tecnici, tattici e motivazionali non mancano, il derby potrebbe essere una partita aperta e divertente. 

Commenta l