Come impermeabilizzare e isolare un tetto?

0
94
tetto

Per quanto ci si possa sentire come non in grado rispetto ad alcune esigenze che possono porsi all’interno della propria vita domestica, vivere all’interno di una casa, soprattutto se di proprietà, vuol dire curare questa casa stessa attraverso una serie di azioni che devono essere saltuariamente compiute e che, se non si vuole richiedere l’assistenza da parte di professionisti, potrebbero essere piuttosto complicate da realizzare.

Ciò porta ad una conoscenza basica di alcuni dei propositi che meritano di essere presi in considerazione all’interno della propria abitazione, e che portano a soddisfare alcune delle esigenze più necessarie e che riguardino la propria casa. Una di queste è direttamente collegata al proprio tetto, che potrebbe necessitare di essere impermeabilizzato e isolato termicamente. Ma come si può pervenire ad una soluzione di questo tipo? Sapendo scegliere i giusti materiali edili e seguendo una guida specifica, si giungerà ad una soluzione precisa per il proprio obiettivo.

Come impermeabilizzare un tetto?

Volendo subito scendere nello specifico di quella che è la risposta all’interrogativo dell’articolo, che riguarda come impermeabilizzare un tetto, è necessario prendere in considerazione tutti i passaggi che riguardino questa impermeabilizzazione stessa, e che dunque si basino su una serie di materiali da utilizzare e su una serie di passaggi e azioni da compiere per ottenere il risultato sperato.

A questo punto, avendo considerato tutte le realtà del proprio tetto, tra cui i materiali dello stesso e le imperfezioni già presenti, bisogna seguire una serie di passaggi. Il primo passo per l’impermeabilizzazione del proprio tetto è la pulizia del substrato, dal momento che la membrana che verrà applicata per l’impermeabilizzazione richiede un’adesione corretta che, dunque, necessita di una buona pulizia. 

Prima di applicare il liquido che servirà per impermeabilizzare il proprio tetto bisognerà pulire perfettamente lo stesso, attraverso una normale pulizia con detersivi e altri materiali che normalmente si utilizzerebbero, ma facendo attenzione a pulire perfettamente ogni piccolo dettaglio, anche se non percettibile, del proprio tetto. A questo punto, si potrà procedere attraverso l’applicazione del primer sulla superficie, per migliorare quanto più possibile l’adesione della membrana impermeabilizzante. Allo stesso tempo, il primer è importante anche per bloccare il rilascio di oli bituminosi dal tetto, che in qualche modo potrebbe offrire una reazione piuttosto particolare dopo l’applicazione della membrana liquida.

È ovvio che, prima dell’ applicazione del primer, ci sia bisogno che la superficie sia incredibilmente asciutta e se, ovviamente, la stessa non lo è abbastanza nonostante la luce del sole, ci si potrebbe aiutare attraverso soffiatori o cannelli a gas, che velocizzano l’asciugatura del proprio tetto. 

Prima di applicare la membrana liquida che serve ad impermeabilizzare il tetto è importante anche trattare tutte le piccole imperfezioni e tutti i dettagli del proprio tetto, attraverso la levigatura di imperfezioni e il trattamento di dettagli come angoli interni ed esterni, parete-pavimento, scossaline metalliche, tubi, scarichi, prese d’aria, condotti e tanto altro ancora.

Generalmente ci si serve di armature in tessuto rinforzato incorporate nella membrana liquida o di sigillanti di altro tipo, che servono a eliminare quanto più possibile le imperfezioni e a permettere che la membrana aderisca nel modo migliore possibile senza problemi. Solo come quarto passaggio si potrà applicare la membrana liquida sul tetto, attraverso applicazioni differenti che dipendono sia dalla superficie del tetto stesso, sia dal risultato che si vuole ottenere.

Se da un lato alcuni chiedono che ci sia una membrana impregnata di armatura durante l’installazione, altri potrebbero non richiedere questa specifica caratteristica. Indipendentemente da ciò, la maggior parte dei prodotti richiede che l’applicazione sia eseguita in uno o due strati, attraverso una cura dettagliata di ogni possibile superficie e tenendo conto di tutte quelle piccolissime impercettibili imperfezioni potrebbero essere sfuggite in fase di levigatura, oltre che di altri fattori che riguardano porosità del substrato, temperatura, scarti, metodo di applicazione e tempistiche. 

Dunque, non bisogna avere fretta nel ricercare di impermeabilizzare il proprio tetto, dal momento che questa specifica funzione sarà oggetto di più ore e addirittura giorni. A seguito dell’applicazione della membrana liquida che servirà di impermeabilizzare il tetto sarà necessario un’ispezione successiva, che potrebbe includere la copertura di un primer, la prova di adesione e di estrazione al vento, ispezione visiva o di un diverso tipo di controllo, che valuti l’eventualità di errori presenti e di applicazioni successive che possano far fronte gli stessi.

Commenta l

SHARE
Blogger e Seo, amante della tecnologia e del web marketing, scrivo news ultim'ora per gli utenti che preferiscono di essere sempre aggiornati con le notizie del giorno.