Chiara Ferragni: la Fata Morgana delle illusioni social

Marina Di Guardo, madre di Chiara Ferragni, svela la verità sulla figlia

0
179
Chiara Ferragni social

Chiara Ferragni tiene banco anche di sponda. Perché prima o poi, le illusioni si manifestano nella loro vera essenza. Questo accade, solitamente, quando la vera identità di noi stessi grida a più non posso per essere ascoltata. E accade quando gli eventi della vita, belli o brutti che siano, ci costringono a rinunciare per un attimo a noi stessi per metterci a disposizione di chi amiamo.

Come un figlio, per esempio.

Accade spesso che, proprio grazie ad un figlio, la donna scopra improvvisamente la propria vera identità, la propria vera essenza, la propria vera bellezza. Di verità si parla, che è esattamente l’ altra faccia dell’ illusione.

Il caso di Chiara Ferragni, adesso figlia e madre contemporaneamente, è il caso più palese della veridicità di questa analisi.

Social è bello

Bella, ricca, famosa. Rigorosamente “social”. E poi, figlia perfetta di una perfetta madre, Marina di Guardo. La quale non perde occasione per sbandierare la sua capacità di educare figli sicuri di sé stessi e di elargire consigli e suggerimenti su come indirizzare i propri figli a fare il boom.

Un boom sociale, pienamente integrato nella SCC, ossia la “Società Che Conta”. Quella del giro giusto, delle copertine patinate, della favola dei self-made-men che si sono fatti da soli. Quella del “go-straight-go-forward” e anche del “don’t tell, just well”. Non dire niente di sè per davvero, ma sorridere sempre a tutti perchè tutto va bene.

A specchio, e qui Jung avrebbe qualcosa da dire, quello che nascondiamo agli altri, in realtà lo stiamo nascondendo a noi stessi. Quello che non diciamo agli altri, lo neghiamo a noi stessi. L’ illusione che regaliamo agli altri è la negazione della nostra vera identità.

Poco importa. Il mondo questo richiede e chi riesce a farlo è “perfetto”. Perfettamente “social”. Perfettamente “Fata Morgana”, perfettamente “illusione”.

Social è vero?

L’ anello debole della catena è, per assurdo, che chi crea le illusioni, non viva poi di illusioni. Più semplicemente, traendone profitto, le offre a creduloni romantici e disorientati dalle tanti voci che oggi gridano nel mondo, fittizio e illusorio anch’esso, del web. A discapito delle relazioni vere, autentiche, umane.

Accade poi, anche, che alla resa dei conti, questo meccanismo si inceppi cedendo sotto il peso della propria vera identità. Anche questa volta, quella vera, autentica, umana.

E accade che sia proprio una madre, ancora Marina di Guardo, a chiarire la relazione tra la vita pubblica (social) e privata della figlia Chiara Ferragni. E ad affermare: “Lei [Chiara] documenta solo quello che vuole far vedere, è un’illusione. I social sono come dei begli album di foto: mettiamo solo cose belle, non la vita vera».

Ipsa dixit.

Commenta l

Loading...