La piccola Aria ha bisogno di un trapianto: scatta la raccolta fondi su Facebook

La famiglia della bambina di due anni chiede aiuto per combattere la rara anemia di Blackfan Diamond

0
117
aria go found me

La piccola Aria ha bisogno di aiuto a causa di una rara anemia che l’ha colpita dalla nascita. La famiglia della bambina ha lanciato un appello tramite Facebook per una raccolta di firme e la raccolta fondi necessari alle cure della loro piccola figlia.

L’appello su Facebook

Adjola, una giovane mamma, ha lanciato un suo appello attraverso Facebook. La donna ha bisogno del sostegno di tutti poiché la sua piccola bambina deve affrontare una gigantesca battaglia. La figlia di Adjola si chiama Aria ed è nata due anni fa in Albania, il 28 marzo. Alla piccola, purtroppo, sin dalla nascita è stata diagnosticata una rara anemia, con la quale è costretta a combattere giorno dopo giorno.

La famiglia della piccola ha bisogno del sostegno di tutti per poter consentire alla piccola Aria di ricevere il trapianto di midollo osseo fondamentale per la sua vita. Inoltre, su Go Found Me è stata organizzata anche una raccolta fondi per consentire alla famiglia della bambina i viaggi verso l’ospedale Bambino Gesù, cibo e tutto il necessario per la permanenza e sopravvivenza.

Chi avesse intenzione di aiutare questa donna e le sue figlie può farlo anche attraverso la pagina di Change.org cercando la petizione: “Un trapianto di midollo per la piccola Aria” oppure sulla pagina di gofundme cercando la campagna sempre con il titolo: “Un trapianto di midollo per la piccola Aria”.

Per qualsiasi tipo di comunicazione o richiesta di informazioni o per consultare qualsiasi documentato con ricevute, foto e referti è possibile contattare in qualsiasi momento Ilira Radhima sulla sua pagina Facebook o sull’indirizzo mail ilira95@gmail.com.

La storia di Aria

Come detto in precedenza, la piccola Aria è nata con una rara patologia. La malattia in questione è denominata scientificamente anemia di Blackfan Diamond e non consente all’organismo un circolo sanguigno corretto all’interno dell’apparato cardiocircolatorio. In un primo momento, le diagnosi dei medici vertevano su un problema al cuore. Nel Paese d’origine, le cure sono molto costose e per far si che sua figlia ricevesse una migliore assistenza sanitaria, Adjola ha pensato di rivolgersi in Italia.

Solo una volta visitata dai medici dell’ospedale Bambino Gesù di Roma, Adjola e la sua famiglia hanno ricevuto la triste notizia. L’anemia molto rara della quale è affetta la piccola Aria non ha una cura specifica e l’unica possibilità è il trapianto di midollo.

Aria è stata inserita nella lista per ricevere il trapianto, ma purtroppo attualmente ella, sua madre e le sue sorelle non ha a disposizione la completa documentazione per il permesso di soggiorno nonostante siano residenti in Italia da molto tempo e le sue sorelle frequentino le scuole pubbliche italiane.

A causa di ciò, Aria rischia di venire depennata dalla lista dei riceventi di trapianto di midollo osseo e di non poter essere operata. L’appello della famiglia è una corsa contro il tempo per cercare di dare ad Aria una speranza di vita. Attualmente sono stati raccolti 630 euro sui 5mila necessari per assicurare le visite mediche alla piccola e le cure necessarie presso il noto ospedale capitolino.

Commenta l

SHARE
Amo scrivere e nel tempo libero leggere libri e guardare la Formula 1. Seguo con passione molte manifestazioni sportive e musicali. Anima Rock e stile libero.