Psoriasi: quasi due milioni di italiani ne soffrono, cos’è, i sintomi e le cause

La psoriasi si può manifestare a tutte le età e essere catalogata in cinque tipologie

0
207
psoriasi sintomi

Moltissimi sono gli italiani che soffrono di psoriasi e dall’inizio del 2019 sono oltre due milioni e mezzo i casi registrati. Questa malattia è molto frequente e va a colpire ben il 3% della popolazione mondiale e nel 20% dei casi presentarsi in una forma medio grave e grave. La psoriasi è molto diffusa, soprattutto in Italia e può colpire in qualsiasi fascia d’età, quindi dai più piccini, gli adolescenti, gli adulti e anche gli anziani.

Il fondamento della psoriasi è cronico e può presentarsi anche attraverso di recidive. Va a manifestarsi, per la maggior parte dei casi, colpendo le superfici delle ginocchia, gomiti o anche la testa.

Nei casi più gravi, questa malattia dermatologica, va ad estendersi su tutto il corpo come ad esempio gambe, braccia, schiena, parti intime e anche sul volto. Nei casi meno gravi e di lieve entità, invece, la psoriasi può manifestarsi attraverso delle ferite sui palmi delle mani, alle piante dei piedi. Le piaghe che la caratterizzano possono essere sia più piccole che molto marcate.

La psoriasi: che cos’è, le cause e i sintomi

La psoriasi è una malattia della pelle ed è cronica, vale a dire che una volta scoperta, il paziente dovrà conviverci tutta la vita. Questa non è assolutamente contagiosa e non si infiamma, ma tende a seguire delle fasi cicliche con periodi molto acuti. Queste ultime fasi vengono denominate dalla comunità scientifica come esacerbazioni, periodo nel quale i sintomi presentati si manifestano in una forma più grave.

Un’altra fase è quella della remissione, quindi quando i sintomi che contraddistinguono la psoriasi sono molto più leggeri rispetto le fasi acute. La psoriasi può presentarsi con escoriazioni sulla pelle che possono essere bianche e rosse e molto desquamate, fastidiose e pruriginose. Come detto anche in precedenza, la malattia dermatologica può presentarsi in qualsiasi età ma, nella maggior parte dei casi, questa si presenta verso i 40/50 anni.

I sintomi della psoriasi

Per quanto riguarda i sintomi, la psoriasi presenta le classiche chiazze sulla pelle delle quali si è parlato in precedenza. Queste sono classificate come eritrosquamose e rispetto la più classica pelle secca si distinguono biologicamente. A differenza della Xenosi, infatti, le chiazze della psoriasi non vanno a contatto né con gli strati profondi dell’epidermide né con i vasi sanguigni.

Le varie tipologie

La psoriasi può essere classificata in almeno cinque categorie, che adesso andremo ad analizzare insieme nel dettaglio:

  • La psoriasi Vulgaris, ovvero la psoriasi a Placche, è quella più conosciuta e più frequente. Si manifesta in circa l’80% dei casi di psoriasi e è caratterizzata da lesioni che possono essere di lesioni bianche o rosso. Le chiazze della psoriasi a placche vanno a evidenziarsi nei gomiti, sulle ginocchia, sul cuoio capelluto o anche nella parte inferiore della schiena.
  • La psoriasi Guttata prende questo nome a causa delle lesioni, cosiddette, ‘guttate’, che vanno a presentarsi su molte parti del corpo e specialmente sugli arti. Sono macchioline molto piccole di colore rosso e può presentarsi all’improvviso anche durante l’età dell’infanzia.
  • La psoriasi Invertita si manifesta nei pazienti attraverso delle lesioni di colore rosso molto intenso e si vanno a formare prettamente nelle zone delle piaghe della pelle, come ad esempio ascelle, glutei, inguine o nella parte inferiore dei seni.
  • La psoriasi Pustolosa si manifesta prettamente negli adulti e va a definirsi con delle vesciche bianche piene di pus che non hanno una funzionalità infettiva. Non ci sono zone specifiche nelle quali si manifestano queste pustole che possono causare anche un rossore attorno alla zona da esse colpita.
  • La psoriasi Eritrodermica è molto di natura infiammatoria e va a colpire spesso la percentuale più alta della superficie del corpo. In questo caso si avrà un rossore molto diffuso su tutta la pelle provocando la desquamazione di vaste aree cutanee. Può causare sia dolore che disagio.

Le cause frequenti della malattia

La psoriasi, che ricordiamo essere una patologia cronica, nasce a causa di un difetto della crescita di alcune cellule e alla base si ha una predisposizione genetica. Altri sono i fattori che potrebbero caratterizzare la psoriasi come ad esempio una percentuale maggiore di ricambio della cellula che predomina l’epidermide, ovvero i cheratinociti, reazioni infiammatorie negli strati molto profondi del derma o il processo di desquamazione molto alterato.

Anche le infezioni possono essere causa di uno sviluppo della patologia poiché i batteri, come ad esempio lo streptococco, sono molto presenti e collegati direttamente alle chiazze della psoriasi. Lo stress è un altro fattore che va a influenzare la nascita della malattia, quindi può sia scatenarla che peggiorarla.

Le cure e i farmaci

Molte sono le cure e i rimedi che possono attenuare i fastidi della psoriasi. Ad esempio il sole e l’acqua del mare possono aiutare a diminuire l’infiammazione delle lesioni che essa manifesta. Tra i farmaci, però, che possono scatenarla ci sono gli antimalarici , i medicinali per tenere a bada la pressione alta e quelli a base di litio. E’ molto importante, inoltre, non stoppare improvvisamente la cura che si sta seguendo poiché questa sospensione repentina e inaspettata poiché i sintomi possono ricomparire.

Per quanto riguarda le cure più comuni, per la psoriasi molto spesso vengono prescritte dagli specialisti, ai quali è bene rivolgersi in caso si manifesti la malattia, creme o lozioni che hanno in esse corticosteroidi o agenti cheratolitici poiché questi vanno ad agire sulla riduzione le placche desquamate e vanno ad esfoliare la pelle in eccesso. Inoltre, sono consigliati anche dei prodotti che hanno una funzionalità emolliente e idratante.

Commenta l

SHARE
Amo scrivere e nel tempo libero leggere libri e guardare la Formula 1. Seguo con passione molte manifestazioni sportive e musicali. Anima Rock e stile libero.