Arredare la casa in stile industrial: i consigli per non sbagliare

0
130
stile industrial

Dagli anni ‘50 ad oggi si è diffuso uno stile che, partendo dai vecchi magazzini industriali abbandonati nelle periferie statunitensi, ha fatto strada fino ad arrivare in tutto il mondo. Sì, stiamo parlando dello stile industrial, il mood di arredamento tipico dei loft.

Se tra lampadari moderni, cappe, muri con mattoni a vista e ampie finestre non sai da dove cominciare, non ti resta che seguirci nelle prossime righe, dove potrai trovare alcuni consigli che, speriamo, potranno risultarti utili per arredare la tua casa in stile industrial.

Stile industrial: le basi da cui partire

Se si punta ad arredare casa in stile industrial, bisogna considerare alcune basi fondamentali. Innanzitutto, è necessario puntare sull’open space. Per questo, quando possibile, è il caso di unire salotto e cucina.

Un altro consiglio molto utile prevede il fatto di dare spazio a un materiale su tutti: il metallo. Non importa che si parli di latta, di ferro o di acciaio (questa alternativa rappresenta l’optimum per i mobili della cucina). Quello che conta è che negli ambienti degli elementi in metallo ci siano.

Proseguendo con le dritte base per chi ha intenzione di arredare gli ambienti di casa in stile industrial, è impossibile non chiamare in causa le scelte cromatiche. Tra i punti di riferimento principali in merito è possibile citare cromie come il grigio – in tutte le sue sfumature – che dovrebbe essere, se possibile, associato al nero e al bianco.

Arredamento industrial: altre peculiarità di questo stile

Discutere di consigli per arredare la casa in stile industrial significa aprire un capitolo davvero molto ampio. Tra i punti che bisogna assolutamente toccare ricordiamo le linee che, se possibile, dovrebbero essere il più possibile nette e squadrate.

Un altro aspetto degno di nota in merito allo stile industrial riguarda il fatto di avere il maggior numero possibile di elementi a vista. Per capire meglio di cosa stiamo parlando è utile fare un esempio molto popolare, ossia quello dei tubi a vista.

Chiamarli in causa significa tracciare una delle immagini più popolari dell’arredamento industrial. Lo stesso si può dire per i mattoni a vista. Di certo c’è che, quando si parla di questo stile, è importante ricordare che, chi vuole renderlo protagonista dei propri spazi abitativi, dovrebbe cercare di nascondere il meno possibile mobili e complementi.

Un tocco di vintage

Tra i motivi per cui lo stile industrial è molto amato è possibile ricordare il fatto che, quando lo si sceglie, si ha modo di dare ampio spazio al vintage.

Questo vale soprattutto nell’ambito dei complementi d’arredo. Chi vuole una casa arredata in stile industrial può personalizzarla ulteriormente con la propria lampada vintage preferita, ma anche mettendo in bella vista il vecchio orologio del nonno preso dalla soffitta.

Conclusioni

Nonostante la popolarità di questo stile, c’è ancora chi lo guarda con perplessità preoccupato di creare ambienti eccessivamente freddi. Si tratta di una problematica comprensibile ma altrettanto gestibile.

Per rendere fresco un ambiente abitativo arredato in stile industrial si può infatti chiamare in causa il legno. Inserendolo – con sapienza – nell’arredamento, è possibile “scaldare” l’ambiente ed evitare di conferire agli interni della propria casa quell’effetto fabbrica che non è certo il massimo.

Una dritta da professionista riguarda poi il fatto di rendere l’ambiente meno asettico aggiungendo quale soprammobile dalle linee dolci e smussate. Si può giocare anche con i colori, “rompendo” la prevalenza del grigio con qualche altra cromia, ovviamente più intensa. Ovviamente non bisogna esagerare ma cercare di trovare in ogni caso un’armonia.

Commenta l

SHARE
Blogger e Seo, amante della tecnologia e del web marketing, scrivo news ultim'ora per gli utenti che preferiscono di essere sempre aggiornati con le notizie del giorno.