Regione Campania: come è nato il caso Vincenzo De Luca

La maxi inchiesta avviata a Napoli dai pm Woodcock e Parascandolo ha messo al centro Vincenzo De Luca tra camorra, sanità, politica e affari.

0
685

vincenzo de luca_regione campaniaÈ caos in Campania e nel PD a causa della maxi inchiesta che vede coinvolto il governatore della regione partenopea ed esponente del partito di Renzi, Vincenzo De Luca. Per ben due volte il giudice del tribunale civile si è espresso a favore di De Luca e i magistrati romani sono riusciti ad intercettare tutte le conversazioni intercorse tra lei e il marito. All’avvocato Guglielmo Manna, lo staff di Vincenzo De Luca aveva promesso un’alta carica dirigenziale.

Lo stesso giudice ha deciso che Vincenzo De Luca doveva rimanere a capo della regione Campania, e che il verdetto era insindacabile. Inoltre secondo il provvedimento le parti dovevano essere risarcite nel seguente modo: 6mila euro a De Luca e 6mila euro da versare nelle casse della regione. Tutto questo con la complicità dei vertici dei PD campano, proprio ieri Mastursi, anche lui indagato, ha lasciato l’incarico di responsabile dell’organizzazione.

Questo è solo l’inizio di uno scandalo che secondo i più informati potrebbe toccare altri settori che vanno dalla sanità pubblica alla stessa politica, sino alla corruzione e alla collisione con la camorra. Sotto la lente di ingrandimento dei magistrati stanno passando appalti e consulenze a società di amici e conoscenti. Ma non finisce qui perché le indagini potrebbero allargarsi e fare sul voto di scambio che ha concesso a Vincenzo De Luca di essere eletto.

Commenta l

SHARE
Blogger e Seo, amante della tecnologia e del web marketing, scrivo news ultim'ora per gli utenti che preferiscono di essere sempre aggiornati con le notizie del giorno.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.