Baranzate, ritrovato il corpo di Stefano Marinoni

Il ragazzo era scomparso lo scorso 4 Luglio ed aveva solo 22 anni. Il corpo è stato ritrovato sotto un traliccio nelle campagne.

0
256

La vicenda legata alla scomparsa di Stefano Marinoni si è conclusa nel peggior modo possibile. E’ infatti di poche ore fa la notizia che il suo corpo è stato ritrovato nelle campagne vicine. Il giovane, 22 anni, viveva a Baranzate, piccolo comune in provincia di Milano, ed era scomparso dal paese lo scorso 4 luglio.

Immediati erano stati i controlli delle forze dell’ordine e le ricerche su tutto il territorio. Una prima causa del decesso sembra essere però il suicidio. Il 4 luglio, dopo che era stato lanciato l’appello relativo alla sua scomparsa, come detto poche righe qui sopra, le forze dell’ordine si erano sparpagliate per poter trovare il ragazzo ma, purtroppo, durante la giornata di oggi ne è stato trovato il corpo senza vita.

Infatti, intorno alle 12 di oggi, i carabinieri di Rho hanno trovato Stefano Marinoni morto sotto un traliccio. Dalle prime ricostruzioni fatte dai militari il ragazzo si sarebbe prima arrampicato su questo traliccio per poi buttarsi nel vuoto. 

Il cadavere è stato trovato in avanzato stato di decomposizione e questo è dipeso anche dal forte caldo che c’è stato in questi giorni in tutta la zona di Baranzate. Inoltre, il medico legale ha accertato solamente una frattura cranica. Sul corpo, infatti, non sono stati trovati ulteriori segni di ferite, proprio per questo prende sempre più campo l’ipotesi del suicidio: Stefano Marinoni sarebbe infatti gettato di testa verso il suolo e l’impatto ne avrebbe causato una morte pressocchè immediata.

Le conferme arriveranno comunque dall’autopsia. Non si sanno nemmeno le possibili cause del suicidio. Secondo quanto si apprende infatti dai racconti delle persone a lui più vicine, genitori e sorelle, ma anche dagli amici, il ragazzo non viveva particolari situazioni di tensione e non aveva nemmeno grosse preoccupazioni.

 

Commenta l

SHARE