Torino: studente musulmano deve rispettare il Ramadan, compagni rinviano cena di classe

Episodio di inclusione e tolleranza a Barriera di Milano, quartiere multietnico di Torino

0
76
Torino, cena di classe rinviata: uno studente è musulmano
La tua Pubblicita qui?

Torino, cena di classe rinviata: uno studente è musulmanoSi parla spesso di discriminazione per motivi razziali, etnici e religiosi in Italia. Beh, fortunatamente ci sono episodi lieti, che consentono di affermare che nel Bel Paese non ci sono solo diffidenza, emarginazione e intolleranza. Rada Herradi, studente 17enne di un liceo di Barriera di Milano, storico quartiere di Torino, è musulmano e deve rispettare, tra l’altro, il divieto di cenare prima delle 22. Un orario non proprio ottimale per una cena di classe. Eppure, i compagni di Rada hanno procrastinato la festa di classe di qualche ora per permettergli di parteciparvi.

Torino, Rada Herradi stupito per il gesto degli amici

Barriera di Milano è uno dei quartieri più multietnici del capoluogo piemontese. Rada Herradi è ben integrato e, nelle ultime ore, è rimasto sorpreso dalla grande solidarietà dei suoi compagni di classe. Questi hanno chiesto ai genitori di poter tornare a casa più tardi in occasione della festa di classe.

Un gesto inclusivo a Torino

I ragazzi del liceo scientifico Albert Einstein hanno dato a tutti una bella lezione di comprensione, approvazione e rispetto delle diversità culturali. Se la cena di classe fosse iniziata prima delle 22, lo studente musulmano non vi avrebbe potuto partecipare. A raccontare la storia su Facebook è stata la madre di uno studente: ‘Un gruppo di adolescenti ci ha insegnato cos’è la vera integrazione’. I ragazzi sono sorpresi per il forte impatto mediatico del loro comportamento, che reputano assolutamente normale. I giovani hanno sottolineato che si è cercato di soddisfare le esigenze di ciascuno, anche del 17enne musulmano. La scelta dei ragazzi torinesi, insomma, è stata spontanea e inclusiva ed è diventata subito emblema dell’unione.

Torino: finanza islamica occasione di integrazione

Il giovane Raid è veramente felice per quello che hanno fatto i suoi compagni. Il ragazzo ha raccontato che gli avevano chiesto a che ora fosse il tramonto, rinviando poi l’inizio della festa. ‘Così sono potuto andare anche io; non lo avrei mai immaginato’, ha dichiarato il musulmano che vive a Torino, città in cui la comunità islamica è ben integrata. L’anno scorso, la sindaca Appendino aveva affermato, durante un’intervista, di voler migliorare notevolmente le condizioni dei musulmani nella città da lei amministrata. Il primo cittadino del capoluogo piemontese aveva, ad esempio, parlato della finanza islamica che, oltre ad essere una grande occasione economica, favorisce l’integrazione.

Commenta l

SHARE
Laureato in legge e blogger a tempo pieno. Il web writing ormai è parte integrante della mia esistenza. Amo far conoscere la verità ai lettori. Ringrazio tutti coloro che leggeranno i miei contenuti.
Loading...