Cucchi, carabiniere disse alla moglie: ‘Quante gliene abbiamo date’

Pesano come macigni, nel processo sulla morte di Cucchi, le parole dette dall’ex moglie di uno dei militari a giudizio

0
674
Cucchi: la testimonianza dell'ex moglie del carabiniere D'Alessandro

Cucchi: la testimonianza dell'ex moglie del carabiniere D'AlessandroNuovo colpo di scena nel processo sulla morte di Stefano Cucchi. Nelle ultime ore ha testimoniato in aula Anna Carino, ex moglie del carabiniere Raffaele D’Alessandro, imputato insieme ad altri 4 colleghi. Tre carabinieri sono accusati di omicidio preterintenzionale. La signora Carino ha riferito che il marito le disse che il geometra romano, dopo l’arresto, venne pestato.

Cucchi, ex moglie del carabiniere ha mantenuto la promessa

‘C’ero pure io, quante gliene abbiamo date’, avrebbe riferito il carabiniere alla Carino. Questa ha sempre assicurato che avrebbe testimoniato in aula contro l’ex marito e, alla fine, ha mantenuto la promessa. Non finiscono mai le rivelazioni scioccanti nell’ambito del processo sul decesso del trentenne romano, arrestato nel 2009 per possesso di droga. Il geometra morì all’ospedale Pertini di Roma dopo sei giorni dall’arresto.

Un carabiniere avrebbe sferrato un calcio a Cucchi

E’ passato quasi un anno dal rinvio a giudizio dei 5 carabinieri accusati nell’inchiesta bis sulla morte del ragazzo di Tor Sapienza. I militari che devono rispondere di omicidio preterintenzionale sono Raffaele D’Alessandro, Alessio Di Bernardo e Francesco Tedesco. Raffaele D’Alessandro avrebbe anche detto all’ex moglie che uno dei suoi colleghi aveva sferrato un calcio al trentenne romano provocando la sua caduta. Alla donna, che gli aveva chiesto il motivo di tale crudeltà, il militare aveva risposto: “Chill è sulu nu drogato e ‘m…'”.

Cucchi, Carino aveva paura dell’ex

Il carabiniere D’Alessandro avrebbe riferito alla Carino di pestaggi ai danni di altri soggetti arrestati, ma mai le aggressioni erano state efferate come quella contro Stefano Cucchi. Perché Anna Carino ha deciso di parlare solo adesso? A rivelarlo, in aula, è stata la diretta interessata. Anna ha confessato che aveva paura dell’ex marito che, quando indossava l’uniforme dei carabinieri ‘si sentiva Rambo’. Nel 2016 ci fu il primo incontro tra l’ex moglie del militare e la sorella del geometra romano, Ilaria. Anna si scusò con quest’ultima per non aver parlato prima del pestaggio subito dal fratello in caserma. Le raccontò anche che il figlio, un giorno, vide la foto di Stefano sul cellulare del padre mentre parlava con un amico. D’Alessandro avrebbe affermato: ‘Io accussì l’aggio lassato’.

Commenta l

SHARE
Laureato in legge e blogger a tempo pieno. Il web writing ormai è parte integrante della mia esistenza. Amo far conoscere la verità ai lettori. Ringrazio tutti coloro che leggeranno i miei contenuti.