Riscaldamento terrestre: le novità del Mit

Lo studio spiega cosa accadrebbe se si azzerassero le emissioni dei gas serra

0
703

Lo studio del Mit. Utopicamente, anche se un domani si riuscissero a ridurre a zero le emissioni di gas serra, il livello dei mari continuerebbe comunque a salire successivamente per mille anni. Questa la tesi principale che emerge da uno degli studi del Mit (Massachusetts Institute of Technology). Oggetto d’esame, l’analisi della concentrazione nell’aria sia di CO2 sia di composti che permangono solo per alcuni anni o decenni in atmosfera come metano, clorofluorocarburi o idrofluorocarburi.

La ricerca costante. Lo studio pubblicato su una delle riviste scientifiche internazionali più in voga, ribadisce conclusioni già accertate da precedenti indagini. Anche se si riuscissero a bloccare le emissioni di CO2 e gas serra, i fenomeni dell’innalzamento dei livelli delle acque dei mari e il riscaldamento dell’intero globo terrestre proseguirebbe per migliaia di anni senza fermarsi. Alcune sostanze poi, mostrerebbero i loro effetti, anche a lungo termine, per molti anni dopo lo stop. E’ il caso degli effetti del metano che pur permanendo nell’atmosfera appena dieci anni, durerebbero alcuni secoli ancora.

La spiegazione del fenomeno. Il fenomeno è spiegabile attraverso il meccanismo denominato inerzia degli oceani. Infatti anche se il temperatura del pianeta aumenta a causa dei gas serra, le acque continuano ad espandersi e la loro temperatura cresce, causando così l’innalzamento delle acque del mare.  Gli studiosi infatti affermano: “Nell’oceano il calore scende sempre più in profondità determinando una continua espansione termica”. “La fuoriuscita di questo calore dal mare, e il conseguente raffreddamento, fanno parte di un processo molto lento, lungo centinaia di anni”. Nessuna soluzione immediata dunque per il benessere del nostro pianeta.

Commenta l

SHARE
Trentatreenne salernitana, con così tanti sogni nel cassetto che è stato necessario costruire una cabina armadio per contenerli tutti! Si occupa di comunicazione, informazione e formazione. Ha fondato la web agency Ok Comunicare ed è appassionata di letteratura, cinema, fotografia, decoupage. E' giornalista pubblicista e in costante aggiornamento circa le dinamiche evolutive legate ai social network sites.

COMMENTA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.