Incidente Michele Bravi, parla il suo avvocato: “E’ innocente, sta male”

Il difensore del cantante vincitore della settima edizione di X Factor scioglie il silenzio dopo la chiusura delle indagini

0
369
michele bravi incidente
Fonte foto: vanityfair.it

Rompe il silenzio Manuel Gabrielli, avvocato difensore di Michele Bravi, il giovane talento musicale conosciuto alle cronache per aver, in primis, vinto la settima edizione del talent X Factor. Il cantante è stato protagonista di un incidente stradale, nel mese di novembre 2018, nel quale morì una donna di 58 anni residente a Milano.

Le indagini dell’incidente

Le indagini dell’incidente stradale, che videro protagonista Michele Bravi, sono state da poco chiuse ed il cantante è stato indagato per omicidio stradale, come anche riportato da TGCom24. Per la prima volta, l’avvocato Manuel Gabrielli ha deciso di rilasciare delle dichiarazioni che riguardano il giovane artista, letteralmente sparito dai social a seguito del sinistro stradale.

L’avvocato ha per prima cosa ricordato che si tratta di una immane tragedia e proprio per questo motivo Michele Bravi rimane in silenzio per rispetto della vittima e dei suo familiari, come rilasciato anche su Il Corriere della Sera.

La difesa dell’avvocato

La “difesa” pubblica dell’avvocato arriva proprio perché in questi mesi, successivi alla tragica vicenda, egli e il suo staff hanno letto dei commenti e degli insulti rivolti al giovane talento senza aver avuto neanche la possibilità di documentarsi e leggere gli atti.

L’avvocato ha dichiarato: “Michele sta molto male e il suo silenzio è proprio per rispettare le persone coinvolte. Una cosa del genere segna moltissimo” – poi continua – “, in questi mesi ho letto attacchi immotivati a lui, fatti senza una conoscenza degli atti. E’ il motivo per cui ritengo ci sia un’esigenza soprattutto dal punto di vista umano di fare chiarezza”.

L’incidente stradale

L’avvocato precisa che: “traspaiono evidenti elementi di innocenza di Michele Bravi e nell’intervista rilasciata dice: “Al momento del sinistro Michele Bravi non stava effettuando una inversione ad U, ma una svolta a sinistra per accedere ad un passo carraio”.

Poi aggiunge: “Rispetto al senso di marcia dell’autovettura guidata da Michele e, quindi, alle spalle di quest’ultimo” – poi continua – “. Al momento dell’impatto, l’auto di Michele aveva superato la riga di mezzeria per circa la sua meta, mentre l’impatto è avvenuto in prossimità della portiera posteriore, lato guidatore”.
Le indagini sono chiuse e non c’è alcun processo in corso. Attualmente Michele Bravi “non ha nessuna misura cautelare da rispettare”.

Commenta l

SHARE
Amo scrivere e nel tempo libero leggere libri e guardare la Formula 1. Seguo con passione molte manifestazioni sportive e musicali. Anima Rock e stile libero.