Zappacosta: chi è il giocatore italiano protagonista del Chelsea, finalista di Europa League

L’esterno salva la squadra londinese all’ultimo minuto dei supplementari e si guadagna così la possibilità di vincere la finale contro l’Arsenal

0
132
davide zappacosta carriera
Fonte foto: YouTube

Il calcio internazionale ci ha regalato emozioni fantastiche durante le semifinali di Champions League e Europa League. Sul tetto del mondo ci sono per la prima volta non solo quattro squadre inglesi, ma anche quattro squadre appartenenti alla stessa nazione che si contenderanno la vittoria finale. Questo è stato reso possibile anche un po’ dal nostrano Davide Zappacosta, esterno destro del Chelasea, che proprio allo scadere dell’ultimo minuto dei supplementari durante il match, valido per l’arrivo in finale di Europa League, tra la squadra londinese e l’Eintracht Francoforte ha salvato un gol a scadere del tempo.

Entrato al minuto 74, al posto di Christensen, l’italianissimo Davide Zappacosta regala così alla sua squadra la possibilità di contendersi un posto in finale attraverso i rigore. L’Eintracht Francoforte viene battuta e così i The Blues andranno al diretto scontro con la concittadina squadra dei Gunners, l’Arsenal, che sarà disputata il prossimo 29 maggio 2019 presso lo Stadio Olimpico di Baku, in Azerbaigian.

Ma chi è Davide Zappacosta?

Davide Zappacosta, nato a Sora l’11 giugno 1992, ha mosso i suoi primi passi nel mondo del calcio proprio nel vivaio del Sora e ha letteralmente iniziato il suo percorso da professionista attraverso la società dell’Isola Liri, esordiendo a soli 17 anni durante il campionato di Lega Pro Seconda Divisione.

Il precorso nella Lega Pro Seconda Divisione, nella quale Davide Zappacosta ha fatto 14 presenze e un gol è stato segnato al trasferimento nel gennaio del 2011 all’Atalanta, nella quale il giocatore ha fatto parte della squadra Primavera e ha disputato con la società ben sei mesi.

Durante il mercato estivo del 2011, il giovane talento viene ceduto in comproprietà all’Avellino, con la quale permane per due stagioni consecutive disputando il campionato di Lega Pro Prima Divisione, vinto durante la stagione 2012/2013 insieme alla Supercoppa di Lega di Prima Divisione.

L’esordio in serie B

Il 2013 per Davide Zappacosta è l’anno d’esordio in Serie B, durante la quale segna un gol proprio nella prima partita della stagione nel match contro il Novara e si fa notare per le sue grandi qualità, tanto da esser considerato uno dei migliori esterni del campionato.

Il ritorno all’Atalanta

Nella stagione 2014/2015, Davide Zappacosta torna a far parte del club bergamasco dopo che in estate è stato firmato dalle due società di proprietà, quindi Atalanta e Avellino, un nuovo contratto. La prima partita in assoluto del nuovo campionato con l’Atalanta è l’incontro con il Pisa, vinto per 2-0 dai padroni di casa e valido per il terzo turno preliminare di Coppa Italia.

A 22 anni, Davide Zappacosta fa il suo esordio nella serie madre, la Serie A, il 31 agosto 2014 entrando subito da titolare durante il match contro il Verona terminato con il pareggio di 0-0. si deve arrivare al 6 gennaio 2015 per vedere realizzato un gol da parte del talento, che va a segno contro il Genova. La settimana successiva, l’esterno bergamasco mette a segno un’altra rete durante l’incontro con il Chievo a Bergamo. La prima stagione nella massima serie di Zappacosta si conclude con 29 presenze e ben tre reti segnate.

La stagione al Torino

La stagione al Torino parte definitivamente il 10 luglio 2015 quando il club granata decide di acquistare sia il laterale che Daniele Baselli, centrocampista. Il cartellino di Davide Zappacosta è valutato oltre 3,5 milioni di euro. Il sorano segna con la maglia del Toro la sua prima rete nel match casalingo contro il Genova che finisce con un 3-3. le presenze in campionato, a fine anno, sono in tutto 25.

L’anno seguente, quindi nella stagione 2016-2017, il nuovo allenatore granata e leggenda del calcio internazionale Sinisa Mihajlovic punta molto sulla posizione di Davide Zappacosta, al quale dà fiducia e terreno per lo giocare, sfavorendo addirittura l’utilizzo dell’ultimo acquisto Lorenzo De Silvestri.

La continuità, il costante impegno e l’energia messa sul campo valgono a Zappacosta la prima convocazione in nazionale e termina la sua esperienza al Toro facendo registrare ben 58 presenze e due reti segnate, tra le quali una nell’incontro contro il Chievo sul campo del Verona, il 23 aprile 2017.

La chiamata del Chelsea

La chiamata del Chelsea per Davide Zappacosta arriva il 31 agosto 2017 grazie all’acquisto da parte della squadra londinese che va a spendere 25 milioni di euro più bonus. L’allenatore italiano Antonio Conte guida il giocatore verso il suo esordio in Premier League quando va a sostituire al ’74 Victor Moses durante la partita, vinta per 2-1, contro il Leicester City.

E’ il 12 settembre 2017 che Davide Zappacosta entra nella storia del calcio quando, durante il match contro il Template:Calcio Qarabag valido per la fase a gironi di Champions League, l’italiano va a segnare uno dei sei gol impressi all’avversario e conquistando così il titolo di 100º calciatore italiano ad andare a segno nella Champions League.

Commenta l