Visitare Salisburgo

0
250
visitare salisburgo viaggiare

Al confine tra l’Austria e la Germania, circondata dalle Alpi orientali, si trova la città di Salisburgo, città natìa di Mozart. La città è divisa in due dal fiume Salzach e non si tratta solo di una divisione teorica. Le due parti della città differiscono radicalmente tra loro.

Come è Salisburgo

La città di Salisburgo è attraversata dal fiume Salzach che vede sorgere sulla sua riva sinistra la parte vecchia (altstadt) che è pedonale e fatta di edifici e costruzioni medievali e barocchi mentre la riva destra ospita la parte nuova della città (neustadt) costruita nel XIX secolo, quindi nuova solo relativamente.

Visitare la città è facile ma è consigliabile acquistare la Salzburg Card che permette l’accesso gratuito a tutti i musei cittadini e anche ad altre utilità. Il costo della Card corrisponde all’incirca all’ingresso in tre musei, quindi la convenienza è concreta.

Nella parte vecchia della città è importante segnalare la presenza della casa in cui nacque e visse Mozart, il fanciullo prodigio della musica classica, perfettamente conservata e che oggi è un museo in cui sono conservati gli oggetti del celebre musicista.

La Fortezza di Hohensalzburg

L’altisonante e complicato nome di questa fortezza significa semplicemente “Salisburgo alta” ed effettivamente sorge sulla parte più alta della città, il Mönchberg (Montagna dei monaci) che domina la città dall’altezza di 120 metri.

Si accede a questa fortezza con un percorso a piedi, con tratti anche ripidi adatti a chi ha gambe e fiato ma con un bel panorama che rinfranca e fa sopportare la fatica. Chi non ha voglia di faticare o non può affrontare questa salita, può approfittare della comoda funicolare il cui costo si azzera grazie alla Salzburg Card.

Si può visitare il cortile della fortezza che fu costruita dagli Arcivescovi-Principi. L’interno della fortezza è piuttosto spoglio ma un’audioguida ti racconta la storia del luogo in un percorso di circa 40 minuti.

Nel percorso potrai ammirare alcune torri  e delle stanze della fortezza per poi visitare il museo comprendente le stanze dei Principi dove si trova anche una stupenda stufa in maiolica colorata, la Godene Stube.

Cosa vedere ridisceso in città

Nuovamente disceso in città nelle vicinanze trovi una Abbazia Benedettina, St. Peter Erzabtei, con un caratteristico cimitero e delle catacombe, anche queste spoglie, costituite da più ambienti. Cosa ti puoi aspettare da delle Catacombe se non l’immersione in storie antichissime? Chi si aspetta altro ovviamente resterà deluso.

Pochi passi e ti trovi al cospetto del Duomo di Salzburg, grandioso, costituito da un’unica navata. Difficile non trovare mirabili affreschi ed opere d’arte in un Duomo e questo non fa eccezione. Visitarlo è interessante e utile per ammirare l’arte che vi è contenuta.

Sempre restando a distanza di pochi passi si trova la Residenz Platz, la Piazza sede della famosa Residenz, un edificio antico grandioso che rappresentava la residenza ufficiale dei Principi.

La Residenz conta una quindicina di stanze visitabili, riccamente arredate e affrescate, a comprova di quanto si trattassero bene gli Arcivescovi-Principi all’epoca della guerra delle investiture.

Nel biglietto di ingresso alla Residenz è compresa anche la visita alla Residenz Galerie che ospita dipinti di Rembrandt, Rubens, Tiepolo e molti altri famosi artisti e anche il Museo del Duomo con la possibilità di passare anche vicino alla tribuna dell’organo ammirando questa stupenda opera.

I musei sono tutti collegati tra loro da corridoi, per cui non è necessario uscire per vederli tutti insieme.

Tornati fuori, ti aspetta una piacevole passeggiata nella bellissima via pedonale Geteidestrasse, costellata di meravigliose insegne in ferro battuto che indicano botteghe medievali sovrastate dalle tipiche antiche abitazioni salisburghesi.

Al civico 9 di questa belle via, si trova la casa di Mozart. All’interno documenti, cimeli, ritratti dedicati al Grande Maestro in un contesto interattivo

Commenta l

SHARE
Amante dei libri e web editor per passione. Scrivo news e approfondimenti da l mondo dell'arredamento, salute e benessere. Per me la famiglia è la cosa più importante del mondo. Amo i gatti!