Visitare Isernia

0
237
viaggio isernia molise

Il Molise è una bella Regione ma purtroppo non adeguatamente considerata a livello turistico. Come anche in ciascuna Regione italiana, anche in Molise è presente l’arte, l’architettura, la storia e le tradizioni locali. Isernia, è un Capoluogo  di Provincia di questa Regione, sebbene conti solo circa 22 mila abitanti, più un persone che una città.

Com’è Isernia

Isernia sorge sull’appennino molisano a poco più di 400 metri sul livello del mare, tra due fiumi, il Sordo e il Carpino; da Isernia si dipartono molti sentieri che fanno la felicità degli appassionati di trekking ma chi è interessato alla cultura, storia, arte e architettura, troverà ad Isernia ciò che cerca.

Una moltitudine di edifici religiosi, di Palazzi storici e di musei accoglie i visitatori che troveranno molto da vedere nel suo importante Centro Storico, ricco di forme e di stili davvero ammirevoli.

Nella storia di Isernia si trovano insediamenti paleolitici tra i primi documentati in tutta Europa e poi sempre nell’antichità fu una fiorente città sannita. In epoca Romana fu capitale della Lega Italica e Municipium Romano.

Cosa Vedere a Isernia

Ti proponiamo per cominciare due edifici religiosi; la prima è l’arco di S. Pietro, una torre quadrata la cui base risale al IX secolo mentre il resto è stato ampiamente rimaneggiato nel tempo.

Lo stile è gotico e presenta archi a sesto acuto e un orologio in cima, appena sotto le campane che servono due Chiese, quella di S. Pietro e quella di S. Paolo. Negli angoli interni degli archi si trovano quattro statue che provengono dall’antico Foro Romano.

La Cattedrale

Altro edificio è il Duomo che è dedicato a San Pietro Apostolo. La Cattedrale è costruita sulle rovine di un tempio italico del III secolo a.C. che era dedicato a Giove, Minerva e Giunone.

Diversi terremoti nel passato hanno causato gravi danni alla Cattedrale ma l’edificio è sempre stato riparato e ricostruito nelle parti danneggiate. Nel 1805 un forte sisma ne ha provocato la completa distruzione cui seguì la completa ricostruzione, più grande di prima.

Ancora danneggiata dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, gli interventi ricostruttivi hanno messo in luce l’antico Tempio che oggi sono visibili grazie ad una pavimentazione in vetro.

La Fontana Fraterna

Il Centro Storico di Isernia può essere definito una perla e nel Centro Storico si trova il simbolo di Isernia, la Fontana fraterna considerata una delle più belle fontane del nostro Paese.

Costruita interamente con blocchi di pietra calcarea ricavati da antichi edifici della città, la struttura della fontana è costituita da colonne circolari con al centro una lastra decorata con fiori e delfini. Da tale lastra decorata originano sette getti d’acqua limpida.

Restando in tema idrico, ti segnaliamo l’Antico acquedotto Romano che fu realizzato intorno al III secolo. E’ un esempio di mirabile ingegneria tipica della capacità Romana in questo campo. L’acqua arriva da fuori città e si incanala in un pozzo all’altezza della Porta Nord della città.

Le fontane cittadine e le abitazioni cittadine sono rifornita dall’acqua di un altro fiume che scorre al di sotto del centro abitato.

Le Chiese di Santa Chiara e di Santa Maria delle Monache

La Chiesa di Santa Chiara fu costruita nel 1300, annessa al vicino convento e così restò fino ai primi del ‘800. Al suo interno è custodita la statua della Vergine addolorata che diventa protagonista assoluta di una sentita processione per le vie della città ogni anno in occasione del Venerdì Santo.

Nel corso della Prima Guerra Mondiale questa Chiesa venne utilizzata per detenere i prigionieri di guerra.

La Chiesa di Santa Maria delle Monache è il monumento più antico di Isernia. In realtà è un Monastero Benedettino che si trova nella parte sud del Centro Storico della città.

Fino al 1868 tra le mura di questo Monastero c’erano le Monache benedettine ma poi la struttura fu adibita a Caserma prima e a Carcere poi. Al tempo attuale la struttura ospita il Museo archeologico con reperti storici che provengono da tutta la Regione e contemporaneamente è anche sede della Biblioteca civica.

Commenta l

SHARE
Amante dei libri e web editor per passione. Scrivo news e approfondimenti da l mondo dell'arredamento, salute e benessere. Per me la famiglia è la cosa più importante del mondo. Amo i gatti!