Rivoluzione WhatsApp: niente più bufale e chiusura per molti account

Il nuovo aggiornamento mira a contrastare le truffe, le fake news e i messaggi Frequently Forwarded

0
317
whatsapp fake

Rivoluzione in casa WhatsApp grazie alla nuova versione disponibile per Android. Il servizio di messaggistica istantanea mira a controllare meglio i gruppi evitando fake news, catene o truffe. Moltissimi gli account eliminati e migliorata anche la funzionalità per l’invio e la ricezione degli audio.

La nuova versione e la lotta contro le fake news

La nuova versione per WhatsApp Beta per Android è la 2.19.97, che mira a introdurre moltissime novità sia per quanto riguarda l‘invio e la ricezione degli audio sia, soprattutto, per la gestione dei messaggi inoltrati specialmente attraverso i famosi gruppi. Lo scopo è quello di andare a eliminare o, quantomeno, limitare il più possibile, la circolazione delle fake news, delle tanto odiate catene di Sant’Antonio e truffe.

Il nuovo aggiornamento WhatsApp

Il nuovo aggiornamento di servizio di messaggistica istantanea è stato rilasciato attraverso Google Play Beta Program, che porta proprio l’aggiornamento di Android nella versione Beta 2.19.97. attualmente, però, le novità e le nuove funzioni che riguardano i gruppi non possono essere ancora sfruttate poiché gli ingegneri dell’azienda stanno lavorando sulla messa a punto dell’aggiornamento per non rischiare di avere malfunzionamenti da parte degli utenti.

WhatsApp, attraverso la nuova versione, ha degli scopi ben precisi e fornire a tutti i suoi utenti un servizio impeccabile. Moltissimi sono gli utenti, infatti, che utilizzano i gruppi, che spesso al loro interno contengono fake news, truffe e i cosiddetti messaggi Frequently Forwarded. La nuova versione Beta vuole contrastare l’invio di messaggi inoltrati più volte e l’utilizzo improprio dei gruppi.

Niente più messaggi Frequently Forwarded

Già nelle versioni Beta di WhatsApp precedenti si vociferava l’arrivo di una grossa novità per quanto riguarda i Frequently Forwarded. Nell’aggiornamento 2.19.80 si pensava di introdurre due funzioni ben specifiche: una per consentire all’utente di essere a conoscenza il numero preciso di volte nelle quali veniva inoltrato un messaggio, la Forwarding Info mentre la seconda era stata pensata per poter modificare l’icona utile per poter segnalare un messaggio inoltrato, soprattutto se inviato più di cinque volte. Queste due funzioni sono state inserite e rese disponibili a tutti gli utenti nella versione successiva, quella 2.19.86.

Nell’ultima versione WhatsApp Beta per Android saranno disponibili, una volta messe a puntino, per gli utenti delle funzionalità che possono regolare le impostazioni relative ai gruppi. Solo gli amministratori del gruppo potranno visualizzare le impostazioni e decidere tutte le modifiche che vorranno. Saranno proprio gli amministratori, dunque, che avranno piena facoltà di decidere se un messaggio potrà essere inoltrato nel gruppo o se dovrà essere bloccato e i partecipanti non potranno far altro che adeguarsi alle decisioni dell’amministratore. Discorso diverso se un utente, però, decidesse di copiare il testo del messaggio considerato non accessibile dall’amministratore e inviarlo come semplice messaggio di testo.

Come specificato in precedenza, la nuova versione di WhatsApp sarà disponibile in un primo momento solo per Android, quindi tutti gli utenti iOS dovranno aspettare. Attualmente non c’è nessun comunicato da parte dell’azienda che prevede la nuova versione anche per iOS, ma probabilmente questa sarà aggiunta e resa disponibile a tutti gli utenti, soprattutto per contrastare la concorrenza, come ad esempio Telegram, che pian piano si fa sempre più forte.

Gli audio di WhatsApp

Anche per quanto riguarda gli audio di WhatsApp avverrà una piccola rivoluzione grazie alla nuova versione messa in atto dagli ingegneri dell’azienda. Nella più recente versione beta 2.19.89 già era stata avvistata qualche piccola novità per quanto riguarda l’invio degli audio.

In questo nuovo aggiornamento l’utente avrà a disposizione una nuova UI molto più moderna e tutta ridisegnata e, soprattutto, il riascolto della traccia. Infatti, l’utente che vorrà mandare un audio, che come dice Tommaso Paradiso, leader dei TheGiornalisti, potrebbe durare anche 10 minuti, potrà riascoltare il messaggio audio prima del suo invio. Inoltre, il numero limite di messaggi che si possono inviare in maniera contemporanea è di 30 e non di più.

Ovviamente la nuova feature di WhatsApp Beta 2.19.97 rimane gratuita come tutti gli altri servizi offerti dall’azienda e attualmente è già disponibile per tutti gli utenti. Basterà, infatti, collegarsi su Google Play Store, e premere il tasto che vi consentirà di aggiornare velocemente la vostra applicazione.

Il diretto concorrente Telegram

Uno dei diretti concorrenti di WhatsApp è sicuramente Telegram un altro servizio di messaggistica istantanea che base le funzionalità sul cloud. Questo è stato introdotto dalla società Telegram LL, che ha sede nel Regno Unito. Il fondatore dell’azienda è il russo Pavel Durov e gli utenti raggiunti dalla nuova applicazione sono su MacOS, Android, iOS, Windows NT, GNU/Linux, e Windows Phone.

Con Telegram è possibile fare chiamate vocali, massaggiare con uno o più utenti, inviare messaggi vocali, videomessaggi, stickers, file non superiori a 1,5 GB. Inoltre, con l’applicazione possono essere inviate fotografie e video. La società è stata fondata nel 2013 anche grazie fondo Digital Fortress, che ne ha consentito il sostegno finanziario iniziale. La società non è a scopo di lucro e in soli pochissimi anni il numero di utenti ha raggiunto numeri stratosferici.

E’ proprio al società di Telegram che fa sapere che a marzo del 2014 i suoi utenti attivi mensilmente erano ben 35 milioni mentre nel 2015 erano stati praticamente raddoppiati poiché al mese se ne contavano 60 milioni. Sebbene l’applicazione sia ancora sconosciuta per alcuni, nel 2018, l’azienda registra un vero e proprio boom poiché per quanto riguarda gli scaricamenti giornalieri dell’app calcolati per Android e per iOS. Questi, infatti, contavano rispettivamente gli oltre 500mila download per il primo e circa 100mila download per il secondo, conquistando così un posto ufficiale nell’elenco delle dirette concorrenti dei servizi di messaggistica istantanea di WhatsApp.

Commenta l

SHARE
Amo scrivere e nel tempo libero leggere libri e guardare la Formula 1. Seguo con passione molte manifestazioni sportive e musicali. Anima Rock e stile libero.