Juve, allo studio un super scambio

0
2033

Notizia di calciomercato

La Juve non si è mai fermata, anzi in questo momento è concentrata sul campionato e sulla Champions League. Mentre sul primo fronte, i bianconeri hanno la possibilità di gestire un vantaggio abbastanza cospicuo, sul secondo devono tentare una vera e propria impresa. Recuperare due gol all’Atletico Madrid non è impresa semplice per nessuno, nemmeno per Cristiano Ronaldo e soci. Il 12 marzo sarà la data decisiva. Nel frattempo a Torino si continua a lavorare sul fronte mercato. La dirigenza con Fabio Paratici in testa, è impegnata su più fronti. Dal Brasile è appena arrivata la notizia, secondo la quale la squadra campione d’Italia avrebbe chiuso per un terzino brasiliano. Si tratta di Wesley, un classe 2000 che arriva a parametro zero, proveniente dal Flamengo. Molto probabilmente il ragazzo verrà inizialmente girato in prestito, ad un club amico. Insomma un’operazione alla Rogerio (terzino del Sassuolo ) per intenderci. Wesley arriva grazie alla collaborazione con Mino Raiola, procuratore molto vicino al mondo Juve, grazie alla sua amicizia fraterna con Pavel Nedved. Intanto a Torino si vocifera anche di un maxi scambio, che coinvolgerebbe due grandissimi campioni, vogliosi entrambi di cambiare aria.

L’operazione da 10 e lode

La dirigenza bianconera è in costante contatto con l’ex Paul Pogba, campione del mondo con la sua nazionale, e voglioso di tornare a vestire la maglia bianconera. Nell’ultima sua apparizione allo Stadium, durante il match di Champions League, vinto dal suo Manchester United, ha avuto un colloquio con i tifosi della curva Sud. Gli ultras della Juve hanno chiesto al francese di tornare, e dal labiale ripreso dalle telecamere, pare che Pogba non abbia declinato l’invito. La sua risposta fu: “Non adesso”. In effetti nel calciomercato invernale di gennaio, non vi erano i presupposti per un’operazione così onerosa, mentre il discorso dovrebbe essere rimandato in estate. Paul vorrebbe tornare per giocare con Cristiano Ronaldo, e molto probabilmente Marcelo (dato per partente in Spagna). Per arrivare al centrocampista, bisognerà certamente fare un sacrificio economico importante. La Juve dovrà sborsare una cifra vicina agli 80 milioni di euro, e garantire a Pogba un ingaggio di circa 10 milioni di euro a stagione. Il procuratore dell’ex bianconerio, nemmeno a dirlo, è Mino Raiola. Ecco perché la società di corso Gailileo Ferraris ha buone sensazioni, circa la conclusione positiva dell’affare.

Il maxi scambio

Per arrivare a mettere le mani su Paul Pogba, il club di Andrea Agnelli ha in mente di mettere sul piatto uno scambio davvero interessante. Pare infatti che sia stato proposto Douglas Costa, finito nella lista dei possibili sacrificabili. Il brasiliano in questa stagione, non ha mai espresso le sue enormi potenzialità. Troppi episodi, per così dire, sfavorevoli. La squalifica subita per lo sputo ad un calciatore del Sassuolo, il brutto incidente avuto con la sua autovettura. Tutti segnali negativi, che a Torino non hanno gradito in modo particolare. Il ragazzo piace agli inglesi, che non molto tempo fa, avevano chiesto informazioni al riguardo. Douglas è valutatato non meno di 50-60 milioni, e sarebbe la pedina di scambio scelta per arrivare a Pogba. Ovviamente il club piemontese dovrebbe mettere sul piatto anche un conguaglio economico di circa 20 milioni. A Torino filtra ottimismo circa la buona riuscìta dell’operazione.